02mar 2018
Animali da compagnia - Pet therapy attraverso la lettura
“Io leggo con il mio cane” - Teresa Albergo e il suo progetto pedagogico

Io leggo con il mio cane”, edito Sonda, il libro di Teresa Albergo, psicologa e specialista in Pet therapy per illustrare il Metodo LuckyLeo®, un nuovo procedimento rivoluzionario dalla forte valenza pedagogica. Nato nel 2013, LuckyLeo® è, innanzitutto, una bella amicizia tra Lucky, un dolcissimo incrocio tra un labrador e un golden retriever e Leo, un bambino vivace amante dei libri, compagni inseparabili fin dal primo momento. Da qui, i benefici della pet therapy insieme alle pratiche della lettura ad alta voce, coinvolgendo attivamente anche genitori e insegnanti. "Vedere che il mio nipotino Leonardo spontaneamente si adagia su Lucky ad ascoltare le storie per il rituale della nanna è stato determinante per comprendere la natura relazionale e comunicativa del mio cane” - dichiara l’autrice nell’introduzione del libro.
Con questo progetto educativo si vuole stimolare non solo l'amore per la lettura già da piccolissimi, l'amore per gli animali e la natura, ma anche promuovere le biblioteche e le librerie come luoghi familiari, di benessere, come luoghi del quotidiano. “I cani vengono coinvolti, mai usati: c’è un interscambio, bimbi e genitori entrano in relazione con l’animale” - afferma Dottoressa Rossella Bovo, medico veterinario, esperto in medicina del comportamento” - “Questo fa sì che il benessere psicofisico del coterapeuta-cane venga sempre rispettato”.
Il metodo viene testato con successo nelle biblioteche, nelle librerie e nelle strutture per l'infanzia di tutta Italia.

Insomma, come dice bene la Albergo - "Promuovere la lettura significa gettare le basi per una società più istruita, più solida e consapevole del mondo in cui viviamo e ci muoviamo. Quando cominciare a farlo, se non nella prima infanzia?". E se Fido "partecipa", ancora meglio...

IO LEGGO CON IL MIO CANE
Teresa Albergo
Sonda Editore, 2018
Pagg: 128

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Pioggia, nebbia, freddo, neve. L'inverno, finalmente (1). Almeno dal punto di vista meteorologico perché mentre vi scrivo in realtà siamo ancora nella fase di passaggio autunnale. L'inverno, ufficialmente inizia il 21 dicembre. Ma il tepore casalingo, il clima uggioso e umido, le giornate più corte e sopratutto il Natale che incalza inesorabilmente mi fa venir voglia di cotture lente come il brasato o un sugo che crogioli a lungo. E ancora polenta (2), risotto magari con zucca e castagne (3), zuppe corroboranti (4). E le verdure? In Lombardia andiamo pazzi per la verza (5). In Toscana, dov...