26lug 2020
Estate 2020: vita nuova, scelte più "sagge"

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto.

Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più elevata da almeno 10 anni. È quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixe’ (1 - 2 - 3).

La speranza è anche un ritorno vero al made in Italy, all'artigianato artistico del Belpaese (4), quest'ultimo entrato in profonda crisi a causa delle conseguenze dell'emergenza sanitaria. Botteghe, Atelier e microimprese, anima e identità dell'Italia che ci rendono unici nel modo, soffrono e minacciano di morire lentamente. Certo, la Politica ha l'impegno di sostenere il comparto con azioni mirate a medio lungo termine ma anche noi singoli cittadini se proprio vogliamo un ricordo di fine vacanza 2020, investiamo in una ceramica, un oggetto di pelletteria, un bijoux delle tante e preziose botteghe. Ogni regione ha le sue, uniche e inimitabili. Un piccolo gesto, per salvaguardare un grande sapere che arriva da lontano.

Parola d'ordine 2020: Autenticità

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che settembre strano, quante volte ve lo siete detti? Il mantra di tutti (credo) è e continua ad essere la parola "ripresa", la tanto citata ripartenza a cui ognuno di noi crede in modo diverso. Di certo c'è l'incerto, per usare un ossimoro. Sono tante le domande ancora senza risposta. Covid questo sconosciuto, come evolverà? Come sarà la scuola? E la "lotta alle classi pollaio"? Il sistema Paese riuscirà a reggere il collasso economico in atto? Come riprenderanno i grandi eventi tipo il Salone del Mobile o