22nov 2022
E’ Natale! Tutto ha inizio in cucina…
Spaccati di vita “domestica” al tempo delle feste

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).

 

Lo avete capito, spaccati di vita IN CUCINA prima del grande pranzo. Luogo centrale, indispensabile, atelier del buono, del bello e dell’estro, CONFORT ZONE, senza la quale non ci sarebbe festa o rito alcuno. 

Anticamera del banchetto che verrà e fermo immagine di un tempo “caldo”, pregno di magia… ma questa è un’altra storia.

 

Buon Natale! (con una flute di Champagne è meglio…) 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...