05feb 2017
Milano da bere - eventi da non perdere
LO SHOW DEL COCKTAIL all’Hotel Marriott

Una data, e un luogo che è bene segnarsi in agenda: sabato 25 febbraio, dalle 15 a mezzanotte, nella storica sede del MWF di Milano, l’Hotel Marriott, sala Le Baron (1). 

Fatto? Bene, ecco l’evento cui non bisogna mancare: la seconda edizione del Whisky Festival & Fine Rum (2). Organizzato da  Andrea Giannone e Giuseppe Gervasio Dolci sulla scia del successo della prima edizione, l’evento vedrà, come protagonisti, le oltre 2000 etichette presenti (3), nonché i tanti appassionati (4) che non si lasceranno scappare l’opportunità di conoscere le novità, di degustare in compagnia, di respirare un’atmosfera elegante e senza dubbio assai coinvolgente.

Rispetto alla prima edizione la novità più rilevante è costituita dalla presenza di quattro cocktail bar tra i più rinomati d’Italia: i rinomati bartender (5) di questi locali davanti ai visitatori di Milano si esibiranno in performance e virtuosismi che daranno vita a cocktail speciali dedicati all’evento, con miscelazioni ardite e inimitabili. I convenuti a White Spirits Festival potranno così assaggiare alcuni tra i migliori e più famosi cocktail a base di gin, tequila, vodka, mezcal, cachaca e rum. Come avvenuto nella prima edizione, gli ospiti dell'evento potranno acquistare la bottiglia che più li ha conquistati e partecipare ai vari seminari in programma.

L’ingresso, anche quest’anno, sarà gratuito, con l’unico obbligo della registrazione preventiva al sito www.whitefestival.it oppure da effettuarsi direttamente all'entrata, con la possibilità di comprare il kit di degustazione – composto da bicchiere e porta bicchiere – a 5 euro.

E come lasciarsi sfuggire di un’occasione così, per assaggiare – e possibilmente imparare a fare – dei cocktails tanto elettrizzanti? 

 

Indirizzo : Via Washington, 66 milano

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

“Navigavamo in un mare di latte”, così Luciano di Samosata, scrittore greco antico di origine siriana e narratore di fantascienza ante litteram immaginava una crociera fantasiosa ai confini delle realtà.

Oggi invece la situazione è ben diversa: navighiamo infatti e realmente in un mare di plastica (1). Ma da dove l’origine, dove la destinazione finale e quali infine gli eventuali rimedi? 

Immaginiamo quale sia il tragitto di un normale cotton fioc, dalle orecchie dopo la pulizia nel nostro habitat domestico: magari lo scarichiamo ...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.