La birra sarda Atlantide vince la medaglia d’oro al prestigioso concorso World Beer Awards

Ottimo piazzamento della birra Atlantide dell’azienda Terrantiga di San Sperate (Cagliari) che nella categoria Flavoured ossia birre aromatizzate conquista la medaglia d’oro ad uno dei concorsi più prestigiosi al mondo, il WBA (World Beer Award) (1), che dal 2007 detta legge e gusti sulle migliori birre del pianeta. Sono state più di 1900 le aziende partecipanti da tutto il mondo, suddivide per categorie birricole e per nazioni. Le italiane premiate non sono state moltissime, quindi il piazzamento di Terrantiga è doppiamente lusinghiero (2 - 3 - 4: momenti di degustazione dell'evento). 

Atlantide è una birra che esprime il meglio della tecnologia birricola mondiale, e al tempo stesso è profondamente localizzata in Sardegna, di qui il suggestivo nome, che evoca una teoria alternativa, sviluppata per primo dal giornalista Sergio Frau, che vuole l’Isola dei nuraghi come l’antica Atlantide del mito platonico. 

Atlantide tecnicamente infatti è una “fruit pacific pale ale”, cioè una birra in stile pale ale con la particolarità di usare luppoli di origine dell'area del Pacifico soprattutto - Australia - nuova Zelanda, luppoli che danno una particolare importa di aroma di frutti tropicali, luppoli molto rari, apprezzati e piuttosto costosi.

La caratteristica del frutto è data da un mix di arancio comune e arancio amaro, uniti anche a mandarino comune, limone e un pò di Pompìa, l’agrume sardo unico al mondo che è anche un presidio Slow Food. Nella birra viene anche impiegato il miele di agrumi prodotto da Terrantiga, che aumenta ed esalta le caratteristiche floreali della birra.

Nell’etichetta della birra ricorre il mito atlantideo, sono infatti raffigurati: una testa stilizzata dei famosi Giganti di Monte Prama, un labirinto con il mare che è un pò il simbolo di Atlantide ma anche dei labirinti che troviamo nelle antiche Domus de janas sardi, antiche tombe di cui è disseminata l’isola, e che sono risalenti a migliaia di anni fa; infine le cosiddette Colonne d'Ercole, limite invalicabile per gli uomini dell’antichità (5). 

Terrantiga è una OP, una cooperativa di apicoltori, fondata nel 2010, con soci con decennale esperienza nel settore, che ha fatto prima del miele poi anche della birra i core business della propria produzione. 

La realtà produttiva sarda ormai conta più di 50 birrifici artigianali, alcuni dei quali noti a livello nazionale e internazionale, vincitori di importanti premi ai maggiori concorsi e in continua crescita ed espansione. La tradizione di produrre birre risale in Sardegna sin dai primi del Novecento e si è implementata notevolmente negli ultimi 25 anni. Molti birrifici locali utilizzano orzo, grano, miele ed altre materie prime esclusivamente sarde, e sono allo studio leggi, consorzi e associazioni made in Sardinia per rafforzare la qualità produttiva, la filiera corta e la diffusione di queste birre, alcune delle quali sono dei gioielli di gusto, nel mercato mondiale. 

1

2

3

4

5

Photo Credits

Photo 2 : by http://www.belgiansmaak.com/world-beer-awards-2015/
Photo 3 : by http://www.belgiansmaak.com/world-beer-awards-2015/
Photo 4 : by http://www.belgiansmaak.com/world-beer-awards-2015/

SPUNTI DI VISTA

EDITO

“Navigavamo in un mare di latte”, così Luciano di Samosata, scrittore greco antico di origine siriana e narratore di fantascienza ante litteram immaginava una crociera fantasiosa ai confini delle realtà.

Oggi invece la situazione è ben diversa: navighiamo infatti e realmente in un mare di plastica (1). Ma da dove l’origine, dove la destinazione finale e quali infine gli eventuali rimedi? 

Immaginiamo quale sia il tragitto di un normale cotton fioc, dalle orecchie dopo la pulizia nel nostro habitat domestico: magari lo scarichiamo ...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.