27apr 2017
Col Vetoraz al Vinitaly
tra bollicine, abbinamenti stellati e brindisi coi campioni del ciclismo

Un protagonista assoluto della 51° edizione di Vinitaly è stato Col Vetoraz: e non soltanto per via delle proverbiali “bollicine superiori”, quintessenza di tutta la propria filosofia, fondata sul rispetto dei ritmi della natura e della preservazione dell’integrità espressiva del frutto. Tante, infatti, sono state le carte giocate al tavolo del più importante evento annuale per il settore.

In primis, il ritorno dello chef Enzo De Prà del Ristorante Dolada di Plois di Pieve d’Alpago, in provincia di Belluno, una stella Michelin, vero fuoriclasse e un geniale interprete del territorio (1 - I soci di Col Vetoraz con Enzo De Prà). 

Per il consueto appuntamento con la stampa, lo chef bellunese ha sorpreso tutti, presentando una originale trilogia di ‘Pasticcini non Pasticcini’ - “bigné con farcia di ricotta di pecora, parmigiano ed erbette spontanee di montagna”; “biscotto al Salmerino di pasta frolla con burro e uova di salmerino leggermente affumicate”; “biscotto al foie gras con pasta frolla e fegato grasso torbato” -  creata per l’occasione. In più, De Prà ha osato un abbinamento inusuale col Valdobbiadene docg Prosecco Superiore di Cartizze, il vino che incarna la massima espressione della denominazione, uscendo dai soliti schemi e giocando su un equilibrio di sapori non troppo aggressivi. 

La cantina Col Vetoraz, situata nel cuore della Docg Valdobbiadene, nel punto più elevato della celebre collina del Cartizze, a quasi 400 metri di altitudine, di proprietà della famiglia Miotto, rappresenta il vertice della produzione di Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore sia in termini quantitativi che qualitativi, con oltre 2.000.000 kg di uva Docg vinificata l’anno da cui viene selezionata la produzione di 1.200.000 di bottiglie vendute. Tra i riconoscimenti ottenuti nei più prestigiosi concorsi enologici nazionali e internazionali, spiccano ben 6 Gran Medaglie d’Oro al Concorso Vinitaly, l’inserimento nella selezione vini della nuova guida ‘5StarsWine’ – The Book 2017 e le 5 Sfere Sparale 2017 (2 - Francesco Moser, Silvio Martinello e i giovani campioni di ciclismo). 

E al Vinitaly 2017, per la Col Vetoraz, non sono mancate le visite di amici speciali, come quella dei campioni del ciclismo internazionale Alessandro Ballan, Matteo Tosatto e Marco Bandiera, del grande Francesco Moser, di Silvio Martinello, ex campione del mondo e oggi telecronista Rai e Antonio Rossetto, manager di SIDI azienda leader del settore delle scarpe ed abbigliamento sportivo (3). Insieme ai simpatici rappresentanti della celebre Eroica di Gaiole in Chianti, hanno tutti alzato i calici per il tradizionale brindisi coi soci di Col Vetoraz Francesco Miotto (della famiglia fondatrice), l’enologo Loris Dall’Acqua e l’agronomo Paolo De Bortoli.        

E come ogni anno, disponibili alla postazione di Col Vetoraz per essere degustati anche gli altri spumanti della gamma, dal Valdobbiadene docg Prosecco Superiore Millesimato dry al Valdobbiadene docg Prosecco Superiore Brut, dal Valdobbiadene docg Prosecco Superiore Extra Dry al Valdobbiadene docg Prosecco Superiore Brut Dosaggio Zero. 

Ognuno di questi gioielli è in grado di esprimere il grado più elevato di eccellenza all’interno della docg, area nella quale l’azienda continua a detenere un primato distintivo per l’alto livello qualitativo. 

 

 

 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Devo confessare che l'ultima riunione di redazione per discutere su argomenti utili, anche e soprattutto, per il prossimo editoriale, è stata come pervasa, almeno in principio, da un mood vagamente annoiato. Sì, avete capito bene… il tema era il Natale che verrà (1). Ed ecco quindi i soggetti che uscivano dal brain storming fiorentino: "Il piacere di donare e di ricevere", "Dare come parola talismano, che fa crescere", "Natale anniversario del cuore, il momento per recuperare dal solaio le statuine per il Presepe", "Albero si o albero no", "I mercatini di Natale più belli d...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.