27set 2018
Home indulgence o fuori casa?
Tu da che parte stai?

Il freddo ormai bussa alle porte. Le giornate diventano più corte e… torna la voglia di casa (1). Avvolti dall’effetto cocoon, riscopriamo la gioia del confort di stare tra le mura domestiche. E così molti celebrano i primi sabati d’autunno "copertina di linus-divano-tè-caldo-fiction-tv".
Ecco i weekend inside invece che outside, complice la rete con anche l’editoria on line che permette di usufruire di decine di magazine da sfogliare liberamente dal proprio smartphone (2). O ancora Instagram. Per non parlare della tecnologia come la tv on demand, Netflix e dintorni (3). E i giganti come Amazon o Westwing? Il piacere di abbandonarsi per ore alla ricerca di quel caminetto elettrico che sembra una TV, ultramoderno, iconico, un must have perfetto da regalarci il prossimo Natale (ma da ordinare subito perché l’offerta “passa e va”)? E quando lo stomaco langue? Pizza, cinese, sushi, kebab… basta un clic e sapori di ogni dove arrivano in un lampo.
Un mood moderno che si riaccende con l’affacciarsi della stagione invernale: home indulgence. Ben celebrato anche da gruppi Facebook dedicati come il seguitissimo “Stare in casa is the new uscire”. La bacheca con oltre 70 mila followers di chi allo shopping sfrenato in centro o al cinema preferisce il proprio nido domestico. Un microcosmo, dove se lo vogliamo possiamo fare e avere tutto. Senza mai mettere il naso fuori dalla porta. La mia opinione?
Tutto bello anzi bellissimo, ma ricordiamoci che anche se piove o ci sono 5 gradi, stare all'aria aperta ha molteplici effetti benefici: che sia in riva al mare, in città, a bordo prato... o almeno in terrazza!

1

2

3

 

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.