27nov 2019
Siena - Passeggiate d’autore nelle sue Contrade

Ritorna il format di Toscanalibri.it e Comune di Siena realizzato in collaborazione con il Magistrato delle Contrade di Siena: itinerari per raccontare le strade, i vicoli, gli edifici, le antiche pietre dei rioni di Siena. Prenderanno, infatti, il via il 18 gennaio le "Passeggiate d’autore 2020" “Diciassette storie, un’unica storia” il cui filo conduttore prevede una visita a tutte diciassette le contrade del Palio di Siena con approfondimenti sui rispettivi territori, musei, oratori.

"Le Passeggiate d’autore – spiega Alberto Tirelli, assessore al turismo del Comune di Siena - sono nate allo scopo di offrire a turisti e residenti una scoperta (e riscoperta) di Siena al di là dei consueti itinerari e con un approccio che della città facesse percepire anche il sentimento, le emozioni, la cultura racchiusi nella sua storia e testimoniati da un insieme di aspetti (struttura urbanistica, arte, tradizioni, personaggi, letteratura). In questa edizione 2020 grazie alla collaborazione del Magistrato delle Contrade, offriremo una narrazione della città inconsueta, attraverso il territorio, i fatti e le curiosità delle contrade di Siena». «Come Rettore del Magistrato delle Contrade e a nome di tutti i Priori, - dice Claudio Rossi - non posso che esprimere il nostro entusiasmo per un’iniziativa come Passeggiate d’autore che punta alla riscoperta e alla conoscenza di aspetti poco conosciuti e noti della nostra città. Siamo quindi tutti molto contenti di aprire le porte delle nostre Contrade per mostrare ciò che custodiscono, anche da punti di vista inediti». «Dopo aver percorso e conosciuto la nostra città attraverso molteplici vicende, personaggi, pagine letterarie, - afferma Luigi Oliveto - ci è sembrato fosse arrivato il momento di continuare a farlo recandoci nelle diciassette Contrade, laddove è depositata e vive una memoria, una storia particolare, un sentimento. Lo faremo a cominciare dai rispettivi rioni (strade, vicoli, edifici storici) e poi scoprendo le rarità conservate negli archivi, musei, Oratori. Non saranno semplici e generiche visite ai musei di contrada. Ciascun appuntamento costituirà una novità, poiché mostrerà e porterà a conoscere le tante tessere di un puzzle che, messe insieme, formano un’affascinante storia condivisa. Insomma, diciassette storie per un’unica storia”.

L’edizione 2020  avrà un’anteprima d’eccezione sabato 30 novembre con una passeggiata (Sala delle Lupe Palazzo Pubblico ore 15) nel corso della quale verrà introdotta la storia delle contrade evocandone nascita ed evoluzione; richiamandone vicende, documenti, pagine letterarie. Ma non solo. Sarà anche l’occasione per vedere da vicino e conoscere il funzionamento di oggetti e simboli legati al palio, quali, ad esempio, la ‘fiasca’ il cui marchingegno stabilisce l’ordine dei cavalli alla mossa. Non mancheranno, inoltre, certe emozioni, come quelle che suscitano i canti della tradizione popolare senese. Insieme a Luigi Oliveto, parteciperanno gli attori Rita Ceccarelli, Ugo Giulio Lurini, il Coro della Spennacchiera. Un preludio ai temi, suggestioni, curiosità, che accompagneranno gli appuntamenti del prossimo anno nei rioni senesi.

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che settembre strano, quante volte ve lo siete detti? Il mantra di tutti (credo) è e continua ad essere la parola "ripresa", la tanto citata ripartenza a cui ognuno di noi crede in modo diverso. Di certo c'è l'incerto, per usare un ossimoro. Sono tante le domande ancora senza risposta. Covid questo sconosciuto, come evolverà? Come sarà la scuola? E la "lotta alle classi pollaio"? Il sistema Paese riuscirà a reggere il collasso economico in atto? Come riprenderanno i grandi eventi tipo il Salone del Mobile o