12feb 2018
PATRIA: COME ERAVAMO, E COME SIAMO RIMASTI

Per i sessantenni, i cinquantenni, o giù di lì, un tuffo al cuore: ricordi, emozioni e anche fatti che si credeva di aver dimenticato. Per i più giovani, una lezione di storia che dovrebbe essere obbligatoria, anche per non dover incontrare, nel web, universitari che dichiarano “la bomba a Piazza Fontana l’hanno messa le Brigate Rosse”.
Enrico Deaglio che da giornalista è stato testimone di tante delle vicende raccontate, sceglie, seleziona, per forza di cosa; ma lo fa cercando di seguire un filo conduttore coerente, che possa disvelare molti dei misteri che ancora avvolgono la storia politica e sociale di questa Italia. Risolvere del tutto questi misteri – Tenco, Feltrinelli, Pasolini, Borghese, Calabresi – no, non si può ancora del tutto e chissà se, e quando, si potrà. Ma c’è spazio anche per le curiosità – l’austerity del 1973, la ricordavate? E le cartamonete? - per la storia del costume, dello sport, della moda, della canzone: insomma un vero ripasso di quel che eravamo.
Tumultuoso, mai noioso, elettrizzante, appassionante, sempre preciso e talvolta sorprendente, il tono di Deaglio ci accompagna in anni difficili, chiamati non per nulla “di piombo”; anni che gravitano attorno al 1968, spartiacque tra un modo di essere e tutta un’altra maniera di pensare. E si arriva così alla vigilia di quell’anno fatale, il 1978, l’anno del rapimento e del delitto Moro.
A leggere le pagine di questo libro, la posizione geografica dell’Italia, e quella politica degli Stati Uniti, si arriva a capire tutto (o quasi), di quel che è successo. È raccontato qui, e neppure tanto “tra” le righe.

 

Patria 1967-1977

Enrico Deaglio

Feltrinelli, Milano, 2017

Pp. 638

Prezzo: 22 euro.

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Poco tempo fa mi è capitato di leggere un libro molto singolare… “La vita segreta degli alberi” di Peter Wohlleben, edito Macro, 2016 (Pp. 265 - Prezzo 18,60) che racconta storie incredibili sulle facoltà sorprendenti degli alberi (1): l’autore, celebre guardia forestale, ne parla basandosi sia sulle più recenti scoperte scientifiche, sia sulle sue esperienze dirette (2). Gli alberi, silenziosi (o almeno così pensavamo) giganti buo...

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.