06nov 2018
Mostra mercato nazionale del tartufo bianco di San Miniato (Pisa)
Tutto pronto per i 3 weekend tra i più "sentiti" al palato e non solo

Lo sentite il profumo di tartufo? Ormai la celebra Mostra mercato del tartufo di San Miniato, giunta alla 48esima edizione, è nell'aria. Mancano infatti pochi giorni per una delle kermesse gastronomiche più attese del territorio toscano. Tre fine settimana di novembre – 10/11, 17/18 e 24/25 - diventeranno tappa golosa e imperdibile per buongustai, curiosi, chef o bon vivant. Con ben 200 produttori a "esibire" il loro preziosi gioielli.
Come sottolineato oggi martedì 6 novembre dalla consigliera regionale Alessandra Nardini in conferenza stampa a palazzo del Pegaso - “la mostra mercato del tartufo bianco, fiore all’occhiello delle nostre eccellenze, è occasione importante anche per conoscere le bellezze del nostro territorio”. "E quello di San Miniato" - ha aggiunto il consigliere Andrea  Pieroni - “ci riporta a zone e aree integre, dal punto di vista ambientale e paesaggistico, idonee ad accogliere il re, il tartufo appunto, che come ogni anno torna da primo attore”.
L’obiettivo è di sfiorare le 100mila presenze, nei tre week-end della mostra, tra festa della eco sostenibilità, salotti e officine del tartufo, giornata dedicata ai presepi e alla solidarietà. Non solo food, però... il tartufo bianco si sposerà anche con la mostra dei marmi di Carrara, di cui abbiamo già parlato il 23 settembre 2018 QUI, sempre per rimanere in tema di eccellenze.

Un cosa è certa: la stagione del tartufo si prospetta buona e il borsino, al 31 ottobre, registra una quotazione di circa 2000 euro al chilo.

 

Informazioni Fondazione San Miniato Promozione tel./fax 0571 42745 -  segreteria@sanminiatopromozione.it

Photo Credits

Photo 1 : Courtesy San Miniato Promozione web site

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Natale (1) è... ritrovare ogni anno vecchi amici con cui festeggiare. No, questo pensiero non è mio, anche se lo condivido, ma si legge in un vecchio libricino di Schulz, magnifico disegnatore dei Peanuts. La frase è bellissima, incredibilmente vera. In fondo molti di noi celebrano il Natale in modo tradizionale. Consueto. Ogni famiglia ha i suoi cerimoniali che ritrova puntuale ogni anno. Cambiano forse gli addobbi. Certamente i regali. La mise en place del cenone stupisce per qualche ornamento in più ma il mood resta sostanzialmente intatto. Ed è bello sprofondare e lasc...

 

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.