19mar 2019
La vera storia di Lucrezia Borgia secondo Dario Fo

Nel nostro book scouting di libri insoliti per la sezione "Riscoperta" del magazine, siamo capitati su un romanzo storico di piacevole e sopratutto intrigante lettura. "La figlia del papa" del grande e compianto Dario Fo che, con l'intento di ricercare la verità, ci restituisce un ritratto di Lucrezia Borgia sostanzialmente diverso da ciò che la storia, il cinema e la letteratura di epoca diverse ci riportano. Il libro del Premio Nobel edito Chiare Lettere non è nuovo: la prima edizione, infatti, risale al 2014, ma la freschezza e l'intelligenza della narrazione lo rende una lettura scorrevole, emozionante e sempre attuale con velati accenni ironici come nello stile del drammaturgo, attore e scrittore lombardo. Protagonista Madonna Lucrezia, figlia di papa Alessandro VI quel pontefice che ha "una donna, 4 figli, una è femmina, dai quali si è sempre fatto chiamare zio. Li riunisce e rivela di essere il loro padre provocando un grande shock soprattutto alla bambina che in quel momento ha sei o sette anni, non riesce a superare questo trauma e da quel momento sarà sempre ostile". Una vita non semplice quella della giovane Borgia che fin dai primi anni della sua vita deve fare i conti con drammi, manipolazioni, ingiustizie e tante menzogne, obbligandola a un'esistenza infelice e sofferta nonostante l'alto rango di famiglia. Lucrezia è generosa, troppo. E' "vittima" "consapevole" e costretta da un padre potente e despota e da un fratello, Cesare Borgia detto il Valentino, ancor peggio. Ma la figura ritratta da Dario Fo si oppone con forza e ostinazione alla "violenza" mentale e intellettuale degli uomini di famiglia che fanno di tutto per ridurla a prigioniera in una gabbia dorata dove ciò che conta sono solo gli interessi e gli intrallazzi di natura puramente politica.

Un pò storia, un pò letteratura, il cartonato ci narra una Lucrezia scevra dai soliti luoghi comuni e antipatici giudizi che la obbligano a figura incestuosa, sessualmente perversa, avvelenatrice e insaziabile mangiatrice di uomini. Niente di tutto ciò. Alla "sua Lucrezia" come amava definirla teneramente l'autore gli vengono restituite dignità e giustizia. Finalmente. Bellissimi i 30 ritratti realizzati appositamente dal Premio Nobel, compreso quello di Lucrezia Borgia in copertina che accompagnano il lettore in un viaggio nel passato anche per immagini.
Se siete amanti di romanzi storici o vi stanno a cuore temi come il (tentato) riscatto femminile o la violenza di genere (anche se di altri tempi), questa lettura non potrà che emozionarvi.

La figlia del papa
Dario Fo
Chiare Lettere
208 pagine
Prezzo: 9,99 euro

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che settembre strano, quante volte ve lo siete detti? Il mantra di tutti (credo) è e continua ad essere la parola "ripresa", la tanto citata ripartenza a cui ognuno di noi crede in modo diverso. Di certo c'è l'incerto, per usare un ossimoro. Sono tante le domande ancora senza risposta. Covid questo sconosciuto, come evolverà? Come sarà la scuola? E la "lotta alle classi pollaio"? Il sistema Paese riuscirà a reggere il collasso economico in atto? Come riprenderanno i grandi eventi tipo il Salone del Mobile o