29giu 2018
Il piccolo libro verde della casa
250 consigli risparmiosi

Non sapete cosa fare del vecchio cellulare? Idem dei CD? Non avete idea di come “educare” i colleghi che, in pausa pranzo, dimenticano computer e hard disk collegati in modalità stand-by? O vostro figlio che lascia immancabilmente le luci di casa accese? Domande simili potrebbero continuare all’infinito… ma purtroppo non sempre abbiamo le risposte giuste per cambiare o far cambiare le “cattive” abitudini.

Ecco che la Morellini editore ci viene incontro con un oggetto tanto simpatico quanto utile:  Il piccolo libro verde della casa”, alias 250 consigli risparmiosi per la vita di tutti i giorni e per l’ambiente. Tascabile quanto basta questo gradevole prontuario rigorosamente in carta con certificazione  FSC (Forest Stewardship Council), elenca oltre 200 consigli, ognuno dei quali non supera le 8 righe, per ridurre i consumi di energia, eliminare materiali nocivi, riciclare i rifiuti etc. Una sorta di “botta e risposta” se non proprio su tutto, certamente su molto. L’autrice, la giornalista Sarah Callard scrive da anni di stili di vita naturali e in questo suo ultimo libricino annovera soprattutto consigli di facile applicazione. Tanti gli escamotage che ci semplificano la vita, tra i quali, posizionare una mensola di legno sopra il termosifone: forza il caldo a circolare all’interno della stanza anziché dritto verso il soffitto (chi ci avrebbe pensato?). I nonni vivono con voi? le pastiglie per le dentiere lasciate nell’acqua del water tutta la notte sono un ottima soluzione per far brillare il gabinetto. E l’ambiente è più salubre e le spese meno onerose.

 

Il piccolo libro verde della casa
250 consigli risparmiosi per voi e per l'ambiente
Autore: Callard Sarah
Editore Morellini
pagine: 128
Prezzo: €11,90

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Natale (1) è... ritrovare ogni anno vecchi amici con cui festeggiare. No, questo pensiero non è mio, anche se lo condivido, ma si legge in un vecchio libricino di Schulz, magnifico disegnatore dei Peanuts. La frase è bellissima, incredibilmente vera. In fondo molti di noi celebrano il Natale in modo tradizionale. Consueto. Ogni famiglia ha i suoi cerimoniali che ritrova puntuale ogni anno. Cambiano forse gli addobbi. Certamente i regali. La mise en place del cenone stupisce per qualche ornamento in più ma il mood resta sostanzialmente intatto. Ed è bello sprofondare e lasc...

 

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.