03giu 2019
Florence Dance Festival Performing Arts
1 luglio > 3 agosto 2019

Dal 1 luglio al 3 agosto torna nella città del Giglio, Florence Dance Festival Performing Art, la manifestazione con protagonista la danza in tutte le sue sfumature.  

Giunta alla sua trentesima edizione, il festival si animerà in uno spazio speciale: il Chiostro Grande di Santa Maria Novella. Uno dei gioielli più preziosi di Firenze, luogo-simbolo della città, si trasforma in un palcoscenico esclusivo per testimoniare l’incontro fra la cultura della tradizione e i linguaggi della contemporaneità. Fra i momenti di maggior rilievo del festival The Special World Wide Event: due serate con l’Etoile Sergei Polunin con “Sacré”, dedicato a Vaslav Nijinsky, una inedita coreografia dell’enfant prodige della star della danza mondiale (23, 24 luglio). Il progetto internazionale FLORENCE isREAL, residenze delle migliori compagnie di danza israeliana, con Batsheva The Young Ensamble che presenta “Decadance” di Ohad Naharin (20 luglio), Kibbutz Contemporary Dance Company con “360°” coreografia di Rami Be’er (1 luglio) e Roy Assaf Dance con “Boys” (17 luglio).  Da New York Les Ballets Trockadero de Monte Carlo, il famoso corps du ballet en travestie in “Swan Lake & Other Classics” (9 luglio). Da Singapore T.H.E. Dance Company (The Human Expression Dance Company), fondata dal coreografo Swee Boon Kuiki, con “Invisible Habitudes” (6 luglio) in collaborazione con Fabbrica Europa. The new generation of dance in una serata composta da due spettacoli: New York Dance Project con la coreografia di Robert Joffrey e Toscana Dance Hub con la coreografia di Roy Assaf e Kristina Alleyne (21 luglio), dalla Russia il Russian State Ballet in “Swan Lake” un magico balletto classico (3 agosto).

Sul fronte italiano sarà di scena una selezione della migliore danza contemporanea, oltre a uno spazio per le nuove generazioni di artisti: la nuova produzione ispirata a Leonardo da Vinci per la giovane compagnia FloDance 2.0 in “Leonardo il visionario”con la coreografia di Marga Nativo (11 luglio); la Compagnia Zappalà Danza con “Instrument Jam” con la coreografia e la regia di Roberto Zappalà (30 luglio), Fabula Saltica con la coreografia di Claudio Ronda in “Cenerentola. Una storia italiana” (1 agosto); Kinesis Contemporary Dance Company in “Big Bang” con la coreografia di Angelo Egarese (12 luglio), Spotlight on Coreography (15 luglio) un trittico composto dalle performance di Irina Baldini, Arianna Benedetti e Gigi Nieuddu; ETI | Encuentro Tanguero Italiano con tre serate dedicate alla danza e alla cultura milonguera (26,27,28 luglio).

Per gli spettacoli di musica e orchestra tornano i consueti appuntamenti con l’Orchestra da Camera Fiorentina diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta: “Omaggio ad Astor Piazzolla” (3 luglio), “Humoresque” (7 luglio), “Musica dal grande schermo” (13 luglio) e “Sinfonica Milonguera”, omaggio al tango e alle milonghe per la serata ETI | Encuentro Tanguero Italiano (27 luglio).

Fra gli eventi collaterali del Festival: Meet the artists at Uffizi live, gli incontri con alcuni dei prestigiosi ospiti di Florence IsREAL alle Gallerie degli Uffizi e Media Dance on Film, una rassegna al Teatro della Compagnia realizzata in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e Mediateca Regionale per riscoprire dei veri cult.

 

Il Florence Dance Festival è sostenuto da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento Spettacolo dal Vivo, Regione Toscana, Comune di Firenze - Estate Fiorentina, Città Metropolitana di Firenze, Fondazione CR Firenze, Ambasciata di Israele in Italia, Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze e Fondazione Italia-Israele per la Cultura e le Arti per Danza Israeliana in Italia.

 

Inizio spettacoli ore 21.30.

Prevendite

Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita (tel. 055.210804) 

TicketOne www.ticketone.it (tel. 892.101)

 

Altre info:

 

 

 

Florence Dance Festival 

Chiostro Grande Santa Maria Novella - Firenze

Piazza Santa Maria Novella, 18

Info tel. 055 289 276

 

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lasciare liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati...