05nov 2018
Disturbi intestinali - Come mangi?
Non solo ricette nel libro della "guru" nutrizionista Eve Kalinik

Tutti lo sanno che la salute passa anche e soprattutto dal buon funzionamento dell'intestino. Non si capisce però come mai siano in troppi a dimenticarsene. Non preoccupandosi di ciò che realmente si mette nel piatto ogni giorno. Perché è proprio da qui che si comincia a innestare un percorso armonico e benefico che si conclude necessariamente proprio in quest'organo forse "poco elegante", sicuramente fondamentale per la sopravvivenza. 

Ci voleva un testo ricco e molto fruibile come quello della nutrizionista Eve Kalinik - "Coccola il tuo intestino" edito Red - per "costruire", passo dopo passo, un intestino sano, forte e "pulito". In modo continuativo e non a intermittenza. "È sbagliato" - dice la Kalinik - "considerare sintomi come gonfiore, meteorismo e dolori alla pancia tutto sommato normali: non lo sono". L'intestino in un certo senso ci parla, ci manda segnali precisi e perfettamente leggibili. Se però vogliamo dargli ascolto. In caso contrario, con il passare degli anni, accettando come ordinari, sintomi spiacevoli, il rischio è di andare incontro a squilibri più marcati. Ecco allora che la differenza la fa il metodo, una sorta di strategia alimentare più semplice e intuitiva di quanto si immagini. "Per avere un intestino sano non bisogna essere dei Santi, capaci di continue rinunce". Avete voglia di un buon bicchiere di Chianti? Non è vietato. E' importante però crearsi una consapevolezza, una conoscenza precisa su quei cibi che nutrono per davvero, favorendo la proliferazione dei migliaia di benefici batteri che lo abitano. E in questo il libro della Kalinik è una vera Bibbia: ci sono le ricette, numerose, ovviamente, ma anche informazioni basilari su "come mangiare" o scegliere determinati prodotti. Lo sapevate per esempio, che il miso, tipico della cucina giapponese da più di mille anni, è fonte straordinaria di batteri "amici" per l'intestino? O che l'aceto di mele, alias aceto di sidro di mele, asseconda l'equilibrio dei batteri intestinali? Naturalmente dolce, può sostituire il normale aceto nelle insalate. L'autrice va oltre e invita coloro che amano sperimentare a berne un bicchierino allungato con un po' di acqua filtrata prima dei pasti.
Forse non piacerà ai crudisti, ma la nutrizionista esorta a limitare gli alimenti crudi. Solo chi dispone di un intestino forte e possente può "scomporli" in modo "indolore". Tutto ciò deriva dal fatto che si tratta di cibi particolarmente energetici. Provate a immaginare la fatica di un intestino già di per sé in difficoltà ad adempiere a questo ulteriore "tormento"? Certo, ciò non significa rinunciare agli spinaci o a del buon cavolo riccio tout court, ma, per esempio, riservarli a colazione, quando la digestione è più prestante. E comunque, da non dimenticare la cottura a vapore, a mio avviso sempre troppo poco considerata: può essere una giusta alternativa. Tra le suggestioni dell'autrice da annotare le "Frittelle di zucchine, timo e formaggio di capra" o le "Uova verdi con prosciutto" queste ultime arricchite dal pesto di crescione ricco di vitamine e sali minerali. Per una connessione cervello-intestino ad hoc.
L'accoppiata vincente? Broccoli e carciofi. Insieme, una bomba benefica per la digestione e poi per l'intestino (ma ne conviene anche il palato). I broccoli stimolano la disintossicazione naturale, i carciofi favoriscono la bile per un processo digestivo armonico e fluido.
Ovviamente a parte il piacere di sperimentare le moltissime ricette, anche vegetariane e vegane, per risanare il microbioma, è d'obbligo soffermarsi sul capitolo "I sabotatori dell'intestino". Grande accusato, lo zucchero. "I microbi fanno festa quando arrivano le fibre e, quindi lo zucchero e i dolcificanti - eccetto la frutta - che sono del tutto privi di fibra, non rivestono alcun interesse per loro". Così l'insonnia o l'abuso dei farmaci. E ovviamente il male del secolo, lo stress.
Infine, non è da sottovalutare la scelta della scrittrice di dedicare quasi un intero paragrafo ai broccoli. Verdi o violacei sono una vera manna. Volete scoprire perché e come utilizzarli al meglio? Regalatevi questo bel cartonato (che siate del clan "intestino pigro" oppure no), e la vita vi cambierà certamente in meglio. Intanto io mi accingo a preparare del delizioso "Pane con broccoli e noci"...

 

COCCOLA IL TUO INTESTINO
Autore: KALINIK EVE
Editore: RED
Collana: GRANDI MANUALI
Pagine: 256
Prezzo: 19,50 euro

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Natale (1) è... ritrovare ogni anno vecchi amici con cui festeggiare. No, questo pensiero non è mio, anche se lo condivido, ma si legge in un vecchio libricino di Schulz, magnifico disegnatore dei Peanuts. La frase è bellissima, incredibilmente vera. In fondo molti di noi celebrano il Natale in modo tradizionale. Consueto. Ogni famiglia ha i suoi cerimoniali che ritrova puntuale ogni anno. Cambiano forse gli addobbi. Certamente i regali. La mise en place del cenone stupisce per qualche ornamento in più ma il mood resta sostanzialmente intatto. Ed è bello sprofondare e lasc...

 

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.