16dic 2018
A Natale regala: “Ricette che mi vengono bene”
Il libro di cucina con la tua firma

Ricette che mi vengono bene”, edito da Nomos Edizioni, finalmente un manuale... tutto da scrivere! L'idea è ingegnosa e divertente al contempo, apparentemente semplice ma acuta.

Quanti di voi (compresa la sottoscritta) hanno perso quel foglio o post-it dove c'era segnato il procedimento per il ragù perfetto? Quello per cui avete faticato ore per ottenere il risultato tanto agognato... E poi, sparito! Certo, come dice il proverbio "La casa nasconde ma non ruba", sta di fatto che avete gente a cena e proprio non vi ricordate l'equilibrio "stupendo" degli ingredienti. Ora potete immaginare l'utilità di uno strumento come questo prodotto editoriale che aspetta solo di essere annotato, scarabocchiato, compilato con cura. A ognuno il suo stile. L'importante è raccogliere, nero su bianco, quelle ricette di anni ai fornelli.
Ma non solo pagine bianche, il cartonato "vergine" che si presta come regalo autentico e insolitamente bello, ha anche diverse parti utili per la padrona di casa: il contacalorie per pietanze varie, come convertire le unità di misura, gli utensili da cucina, l'elenco di frutta e verdura di stagione, la mise en place ecc...
Una sorta di diario alimentare che, chissà, un giorno rimarrà ai vostri figli. A loro l'arduo compito di recensirlo. Con un pizzico di commozione.

Ricette che mi vengono bene
Casa Editrice: Nomos edizioni
Prezzo: 14,90

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...