Maya Ungar
07nov 2017
Maya Ungar
Contributor

Fiorentina d'adozione, l'arte è al centro della sua vita.. "Non si può vivere senza"… il suo motto. Da brava toro ascendente bilancia ama il bello e il buono. Si emoziona per un quadro, un fiore, una foto, un interno, una ricetta o un giardino ed è  capace di arrivare in capo al mondo per vederlo, sentirlo, assaporarlo. E raccontarlo. Così come l'universo gastronomico, che ama e coltiva con dedizione, conoscenza e profonda sensibilità. Abbraccia il pensiero di Bottura che riconosce un ruolo di grande “responsabilità” della cucina: come l'arte, infatti, veicola messaggi attraverso i suoi piatti.

 

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Devo confessare che l'ultima riunione di redazione per discutere su argomenti utili, anche e soprattutto, per il prossimo editoriale, è stata come pervasa, almeno in principio, da un mood vagamente annoiato. Sì, avete capito bene… il tema era il Natale che verrà (1). Ed ecco quindi i soggetti che uscivano dal brain storming fiorentino: "Il piacere di donare e di ricevere", "Dare come parola talismano, che fa crescere", "Natale anniversario del cuore, il momento per recuperare dal solaio le statuine per il Presepe", "Albero si o albero no", "I mercatini di Natale più belli d...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.