10mag 2019
Week end cosa fare? Eco picnic fuori porta
I consigli gourmet di Gnammo

Maggio inoltrato ci porta il tepore della bella stagione e ci invita alle prime vere gite all’aria aperta, meglio se muniti di cestino e cappello di paglia per rilassanti picnic (1).

Al via quindi a plaid, borse per il pranzo à porter, un vinello fresco e leggero (2), creme solari, cappello (3), un buon libro o un bloc notes per annotare pensieri o idee. Attenzione però ad alcune regole inderogabili nel rispetto dell’ambiente: solo piatti e posate biodegradabili o riutilizzabili e sacchetti o contenitori per portare a casa con sé i rifiuti. Inoltre è bene evitare di far divampare accidentalmente il fuoco: è opportuno, infatti, prediligere aree dedicate, evitando così di intaccare o danneggiare piante e fiori.

E per il pranzo bucolico/gourmet? Ecco che ci viene in aiuto Gnammo, la principale piattaforma italiana di social eating, che ha raccolto anche alcune idee per dei gustosi cestini da picnic: cinque piatti per cinque situazioni diverse (mare, montagna, lago, fiume e città) che richiamano i sapori di ogni luogo.

 

1 - Picnic per il mare: insalata di polpo in barattolo (4). Per una giornata in spiaggia il pasto ideale è fresco e leggero: via libera quindi a frutta o verdure crude arricchite con prodotti che arrivano direttamente dal mare. L’idea di Gnammo è l’insalata di polpo in barattolo, una soluzione saporita e comodissima da mangiare con i piedi immersi nella sabbia. Pomodorini, sedano e carote alla julienne sono perfetti con il polipo bollito, che, una volta tagliato a pezzettini e lasciato raffreddare, può essere insaporito con un po’ di limone. Il tutto da condire infine con un goccio di olio e chiudere in un classico barattolo per le confetture: un pratico modo per portare questo piatto ovunque senza perderne la freschezza e creare rifiuti.

 

2 - Picnic per la montagna: rustico con speck, mozzarella e funghi (5). In estate la montagna regala panorami tersi e splendide passeggiate: per placare i morsi della fame in alta quota non c’è niente di meglio di un pratico e saporito picnic sotto gli alberi. Una ricetta che si sposa benissimo con l’ambiente montano è quella del rustico con speck, mozzarella e funghi, un piatto unico che racchiude in sé alcuni dei sapori più tipici delle vette. Si può preparare con una classica pasta sfoglia o con un semplice impasto di farina, lievito, acqua e sale. Una volta farcito e arrotolato, il rustico è pronto per il forno, ultima tappa prima di essere tagliato a rondelle e di entrare nel cestino da picnic, senza avere bisogno di piatti o posate. Per chi ama i sapori più decisi, la mozzarella può essere sostituita con un altro formaggio, meglio ancora se di malga, per rimanere in tema d’alta montagna!

 

3 - Picnic lago: quiche di trota affumicata e ricotta (6). La quiche è un piatto che lascia briglie sciolte alla fantasia di chi si mette ai fornelli prima di partire per una gita. Nel caso di un pranzo in riva al lago, non mancano le ricette che portano l’acqua dolce sul piatto, come la quiche di trota affumicata e ricotta consigliata da Gnammo. La preparazione è semplicissima: dopo aver posizionato la base di pasta sfoglia non serve far altro che mescolare la trota tagliata a pezzettini, la ricotta, un po’ di formaggio, uovo e sale e versare il tutto nella tortiera. Basta poco più di mezz’ora in forno e il piatto è pronto per essere portato in riva al lago.

 

4 - Picnic fiume: insalata di orzo con gamberi di fiume e pomodorini (7). Uno dei piatti tipici della bella stagione è l’insalata di riso: un piatto freddo perfetto per ogni occasione e incredibilmente saporito. Un’alternativa alla classica ricetta, ideale per un picnic in riva ai corsi d’acqua, è l’insalata di orzo con gamberi di fiume e pomodorini. L’orzo si prepara esattamente come il riso e poi si mescola agli altri due ingredienti insaporendo il tutto con i condimenti che si preferiscono: olio, sale, pepe… Per arricchire il piatto si possono aggiungere feta o altre verdure come le zucchine che, grazie al loro sapore delicato, sono perfette con i gamberi di fiume. Anche in questo caso si può utilizzare il barattolo per portare il pasto con sé ed evitare rifiuti inutili. 

 

5 - Picnic per parco in città: torta salata con ratatouille e primosale (8). Facile da preparare e pratica da mangiare in qualunque momento, anche fredda e con le mani, la torta salata è il piatto immancabile per i picnic in compagnia. Se si rimane in città e si è alla ricerca di una ricetta leggera, quella con la ratatouille e il primo sale è una soluzione gustosa anche per i vegetariani. Pomodori, zucchine, melanzane e peperoni vanno tagliati a fettine o a dadini e poi cotti in padella con un pizzico di sale e un po’ di olio. Il tutto va mescolato con il primosale, magari tagliato a fettine e alternato alle verdure, e infine cotto in forno. In ogni caso, spazio alla fantasia per quanto riguarda gli ingredienti: verdure e formaggi sono generalmente un’accoppiata vincente. 

 

 

Chi è Gnammo: Oltre 245.000 utenti registrati e oltre 20.000 eventi creati in tutta Italia: questi i numeri di Gnammo, il portale italiano di social eating più grande e attivo che permette a chiunque, semplice appassionato o più esperto, di organizzare, o partecipare, a eventi culinari in casa, condividendo i posti a tavola con gli altri membri della community. 

 

Maggiori informazioni:

1

2

3

4

5

6

7

8

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Lasciata la stagione più cada dell'anno, per noi della Redazione ne inizia un'altra ugualmente "bollente". Sì perché con l'autunno (1) ritornano i molti Saloni del settore food come Host (2) per il mondo Ho.Re.Ca a Milano (dal 18 al 22 Ottobre 2019), dell'interior design come Cersaie a Bologna (3) e del fashion (abbiamo appena concluso l'esperienza profumatissima di Pitti Fragranze a Firenze