18nov 2019
Toscana - K-array: nuova veste per l'azienda che ha a cuore la musica
Tra rock e design

Nel cuore del Mugello, un gioiello di architettura si mostra in tutta la sua rinnovata eleganza. Stiamo parlando della sede di K-array, azienda di service audio e luci sul mercato ormai dai primi anni '90, da poco ampiamente rivisitata. Di circa 4.000 mq, ha visto il rifacimento della facciata, degli uffici, delle sale conferenze, degli spazi di accoglienza e dello showroom, insieme alla mensa e agli spazi dimostrativi e di formazione. Fil rouge del progetto i colori discreti e la permeabilità verso la natura (1 - 2): la struttura, infatti, impatta molto poco sul territorio circostante grazie all'estetica minimalista e alla pulizia delle linee in facciata. L'esterno è caratterizzato dal total black con finiture in corten e una pensilina che percorre una parte di facciata e un’ampia scala che guida l’accesso diretto verso l’area accoglienza al primo piano. Sempre in corten delle originali fioriere fuori terra che accolgono alberi di ulivo e rosmarino. La scelta di un metallo "vivo" come il corten non è scontata... “Il colore non è mai uguale a se stesso, ha caratteristiche quasi organiche, adattandosi in modo naturale ai colori del paesaggio e conferendo unicità ed irripetibilità ad ogni singola lavorazione” - affermano Andrea Torelli, Stefano Zaccaria, rispettivamente direttore Marketing e Global VP Sales & Marketing di K-array.

L'interno è progettato come uno spazio fluido dove l'interscambio e il confronto devono essere favoriti da spazi intercomunicanti (3). Così, gli arredi e le pareti di divisione degli uffici in vetro completamente trasparente permettono il libero scambio di idee intorno a tavoli in antiche assi di rovere (4). Sfida non banale, inoltre, il buon bilanciamento acustico della musica normalmente diffusa in tutti gli uffici, grazie a particolari materiali imbottiti e fonoassorbenti. Giusto in tempo per soddisfare questa esigenza in campo acustico “corporate”, un mese prima dell’inaugurazione dei nuovi uffici è nato RAIL, un nuovo prodotto del marchio K-array che integra audio e luce di qualità in un unico oggetto modulare che permette di creare linee continue di luce e suono. In un'impresa che produce supporti audio, non poteva mancare "il" luogo principe, quello vocata a concerti, convegni, dimostrazioni, lezioni accademiche e cene aziendali. La K-hall, spazio polifunzionale dall'aspetto teatrale con un palcoscenico centrale e drappeggi neri alti fino al soffitto di 7 metri, installati in aiuto all’acustica della sala per tutte quelle volte in cui vi sono concerti live.

Una struttura commerciale dal forte valore architettonico come poche in Toscana che, grazie al prestigioso lavoro di riqualificazione firmato dall’architetto e designer Irene Bruni insieme alla direzione artistica di Andrea Torelli e di Stefano Zaccaria, può a tutti gli effetti fare "eco". E certamente non solo in Mugello...

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

2020. Punto a capo. Si rincomincia, si svolta. Cosa ci aspettiamo? Un anno ricco di novità, di tendenze originali e inaspettate, di orizzonti tutti da scoprire, di linguaggi inediti dove la diversità sia una costante, ovunque e comunque (1). Questo è ciò che immaginiamo e che racconteremo, curiosi come sempre, variando la prospettiva in ogni momento, cercando di cogliere i germi, più o meno evidenti, del domani che verrà. E se volessimo indicare in una parola l'unico vero proposito da perseguire? No waste, due parole in realtà per non dimenticare l...