07mar 2019
Tanto di cappello per il progetto solidale firmato Innocent

Quando andate a fare la spesa durante tutto il mese di marzo, vi potrà capitare di imbattervi in simpatici e buffi piccoli cappellini in lana posizionati sopra le ventitré di succhi di frutta freschi e smoothie (1). Dietro quest'idea originale e molto colorata si cela il brand innocent che dopo il successo ottenuto nel Regno Unito e in Francia, ha deciso di portare anche in Italia Tanto di cappellino, la catena solidale che, a colpi di ferretti e gomitoli di lana (2), regalerà un sorriso ai meno fortunati. Tutto questo grazie alla complicità di generosi knitter che hanno raccolto l’appello a impugnare i ferri per fare del bene. L’obiettivo? Per ogni smoothie con cappellino venduto, il marchio leader di succhi di frutta (3) donerà 0,20€ in beneficenza. Il denaro raccolto verrà destinato all’Associazione Outsider Onlus di Torino che si occupa di sostenere e supportare l’integrazione sociale di persone con disabilità e in condizione di svantaggio attraverso laboratori artistici, musicali, teatrali e di artigianato.

Per prendere parte a Tanto di cappellino e sostenere la buona causa di innocent le possibilità sono due.
1. Acquistare uno (o più) smoothie innocent con cappellino presso le principali catene distributive. Riconoscerli è facile: si trovano nel reparto frigo, sul tappo indossano una coloratissima cuffietta di lana e portano al collo una speciale etichetta che racconta il progetto e spiega la destinazione di questa semplice ma buona azione (in tutti i sensi). Ogni smoothie innocent è un mix di polpa e succo di almeno cinque diversi tipi di frutta e nient’altro, in bottigliette da 250 ml: non contengono alcun tipo di conservanti, coloranti, zuccheri aggiunti o concentrati e possono essere consumati anche in caso di intolleranza al lattosio o da chi segue una dieta vegetariana o vegana. I gusti di smoothie innocent tra cui scegliere sono cinque: fantastica fragola, li vuoi quei kiwi, mega mango, cocco a chi tocca e cool carrot. Il prezzo consigliato di ogni bottiglietta presso le catene della grande distribuzione è 2,50€.
2. Armarsi di ferri, gomitoli e fantasia e realizzare con le proprie mani un cappellino da far indossare alle bottigliette di smoothie innocent. Gli appassionati di lavoro a maglia, che siano guru del knitting o principianti, potranno contribuire con una propria creazione all’iniziativa benefica, confezionando i propri cappellini einviandoli a innocent, che si occuperà di vestire poi gli smoothie distribuiti nei punti vendita. Per i neofiti che vorrebbero prendere parte al progetto ma non sanno dove mettere le mani e per chi desidera affinare la propria tecnica di knitting, innocent ha confezionato una pratica guida consultabile online QUI.
I cappellini fatti in casa possono essere inviati al seguente indirizzo:
innocent Italia
Bastioni di Porta Nuova 21
20121 Milano

Ma c'è dell'altro…
Innocent organizza a Milano Caffé a Maglia, un evento gratuito rivolto ai generosi e ai lavoratori a maglia (o aspiranti tali) che desiderano contribuire in prima persona al progetto solidale di innocent Tanto di cappellino. L’appuntamento è a Milano sabato 9 marzo a partire dalle ore 14.30 presso Coffice in via Olona 11. Ogni partecipante potrà contare sulla presenza dei “ferri del mestiere” e di tanta lana colorata con cui dare libero sfogo alla propria creatività, tra un sorso di smoothie e una fetta di torta. Per l’occasione saranno presenti anche insegnanti di lavoro a maglia che condivideranno i loro segreti per realizzare cappellini a misura di bottiglietta e dare preziosi suggerimenti ai meno esperti nell’arte del knitting.
L’ingresso al Caffé a Maglia di innocent è libero e gratuito e non occorre pre-registrarsi. L’evento si concluderà alle ore 19.30.

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lascia liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati f...