08nov 2020
Silvoterapia - Gli alberi fanno bene...
Il potere benefico dei giganti silenziosi

Non vi è mai capitato di sentirvi colti dall'impulso di abbracciare un albero (1)? O di parlargli? Tranquilli, se mai vi fosse successo (e credo di sì), non siete matti, piuttosto avete percepito il profondo legame che esiste, da sempre, tra uomini e alberi (2). Non è una strana o bislacca terapia new age, ma una verità profonda riconosciuta dalla scienza, in particolare quella giapponese, che la definisce "Bagno nella foresta" (Shinrin-yoku), illustrando come una semplice passeggiata nel bosco (3), possa esercitare conseguenze estremamente benefiche sull’organismo umano. Due ore di camminata tra questi giganti silenziosi, migliorano, per esempio, le difese immunitarie, riducono la pressione arteriosa, così come l'ormone dello stress e molto di più. Una sorta di straordinaria "magia" che si scatena quando ci troviamo nel bel mezzo di un bosco e che Jean-Marie Defossez, fisiologo belga specializzato nelle tecniche di gestione dello stress e delle infiammazioni, ci spiega a fondo nel libro "Silvoterapia, il potere benefico degli alberi" (4). Innamorato di questi "titani" dal grande cuore fin dall’infanzia, Defossez ha fondato una scuola di silvoterapia, dove tiene conferenze sulle virtù degli alberi e offre una formazione certificata. Nel suo "verde" manuale di oltre 180 pagine edito Il Punto d'Incontro, accompagna per mano il lettore alla scoperta dell'incredibile potere di guarigione delle piante ad alto fusto (5), indicando, con semplici e piacevoli esercizi, come incrementare le energie, rilassarsi etc. grazie ad alcune pratiche efficaci tra cui il controllo dei passi, la respirazione, l'attenzione ai suoni della foresta. Una vera e propria sessione meditativa, “inspirando l’atmosfera del bosco”, per entrare in empatia con gli alberi "maestri", per nulla insensibili alla nostra condizione, qualunque essa sia. La seconda parte del libro illustra le diverse specie di alberi delle nostre regioni con singole caratteristiche e valori simbolici di ognuna. Come il guerriero e generoso Castagno, che può raggiungere 35 metri d'altezza.

Insomma... Zaino sulle spalle, siete pronti a "relazionarvi" con un frassino o un larice? Non ne farete più a meno, garantito...

 

Silvoterapia, il potere benefico degli alberi

Jean-Marie Defossez

Edizioni Il Punto d'Incontro

Pagine 192 pp.

Prezzo 14,90 euro

 

 

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che colore sei? Anche se l'autunno vira su cromie come il marrone, l'arancione o il verde scuro, la Redazione ha votato all'unanimità per il rosa (1). Sì, proprio lui, emblema del romanticismo, della dolcezza, della femminilità, dello slow living. Ma il rosa è anche la tinta principe di quel nettare di Bacco particolarmente glamour e amato (non solo dalle donne) per il suo coté spesso fresco e fruttato, perfetto per accompagnare pietanze light come il pesce o come aperitiv...