Sardegna - Cagliari: Tutti pazzi per la carne d’autore
Tre nuovi locali nella città della movida

Anche a Cagliari i ristoranti con banco macelleria e le hamburgerie gourmet sono trendy e non da ieri. 

Negli ultimi sei mesi però hanno aperto alcuni nuovi locali tra cui segnaliamo:

La Fassoneria: è un progetto molto interessante, a firma piemontese, e ha aperto un locale in pieno centro, in Viale Diaz 45, con una offerta di qualità che comprende anche hamburger sfiziosi per vegetariani. Fassoneria è l'unica hamburgeria gestita direttamente dagli Allevatori di Razza Compral. Ma è recente anche l'ingresso di Calvi, il Consorzio di Tutela della Razza Bovina Piemontese. Si tratta dell'undicesima apertura in franchising per il gruppo, nato nel 2013 da un'idea dell’imprenditore torinese Fabrizio Bocca, e diventato nel giro di pochi anni un marchio di successo. Alla base del progetto Fassoneria c'è l'idea di proporre al pubblico una nuova tipologia di ristorazione, che garantisca un'offerta autenticamente “gourmet” anche in un locale easy e monoprodotto. Ad assicurare la qualità della carne servita in Fassoneria, infatti, sono gli Allevatori di razza della Cooperativa cuneese Compral, che gestiscono direttamente i punti vendita; in Fassoneria si trovano solo hamburger garantiti e certificati, con carne proveniente da bovini di pura razza piemontese Fassona. La carne proviene da una filiera corta e garantita, gestita interamente dagli Allevatori, che vigilano personalmente sull'intero percorso. “Fassona” pare derivi dal francesismo façon, che significa “a modo, nella giusta maniera” utilizzato dagli allevatori nell’Ottocento per esprimere l’eccellenza in un bovino da carne. Non serve aggiungere altro (1 - 2 - 3 - 4). Maggiori info QUI.

Meno di un mese fa ha inaugurato in grande stile Vivarelli, Trattoria &Macelleria (5 - 6). La famiglia Vivarelli, originaria dell’iglesiente, è un nome nella macelleria cittadina, dal lontano 1966. Selezionano le migliori carni locali e confezionano una serie di prodotti di consumo dalle polpette alla trippa, dalla bistecca ai bocconcini, dalle fettine ai polpettoni di carne e via discorrendo nella storica macelleria in via Bosco Cappuccio. Il nuovo locale, in via Torino 4, è in una posizione centrale, praticamente di fronte al Bastione di Saint Remy, uno dei simboli della città. Molto accogliente, ben dimensionato, è in uno stabile storico affascinante che la ristrutturazione semplice ma sapiente ha valorizzato. Se ascoltate e vi fate dolcemente guidare dal patron della trattoria, Walter Vivarelli, i piattini di carne si susseguono in rapida successione come una danza. Ai raviolini di bue rosso seguono, se volete, i dolci, mini seadas e raviolini di ricotta, fritti. Discreta la carta dei vini. Al bancone è possibile acquistare direttamente i prodotti di macelleria e anche salumi, formaggi, pani, confetture ed altro. Maggiori info QUI.

Infine avvisiamo della prossima apertura di Etto_macelleria dello chef Pierluigi Fais (Framento, Josto). Fais è una garanzia, nativo com’è di una zona, l’oristanese, famosa per l’allevamento della razza sardo-modicana (che è anche Presidio Slow Food) e della meno nota razza Melina, ma altrettanto gustosa. 

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

2020. Punto a capo. Si rincomincia, si svolta. Cosa ci aspettiamo? Un anno ricco di novità, di tendenze originali e inaspettate, di orizzonti tutti da scoprire, di linguaggi inediti dove la diversità sia una costante, ovunque e comunque (1). Questo è ciò che immaginiamo e che racconteremo, curiosi come sempre, variando la prospettiva in ogni momento, cercando di cogliere i germi, più o meno evidenti, del domani che verrà. E se volessimo indicare in una parola l'unico vero proposito da perseguire? No waste, due parole in realtà per non dimenticare l...