11mar 2019
Pitti Taste 2019 - Le novità di Fonderia del cacao
Una tazza di infuso di cacao per cominciare...

Del mitico cioccolato delle Forze armate prodotto e commercializzato da Fonderia del Cacao, grazie a un incarico esclusivo del 2018 ricevuto da Difesa Servizi e Agenzia Industrie Difesa, ne abbiamo già parlato il 1 maggio 2018 QUI. E proprio in occasione di Pitti Taste, siamo andati in avanscoperta (1) per testare e degustare le ultime nate del laboratorio di Calenzano. Tante e molto golose (oltre che interessanti) presentate al folto pubblico del Salone fiorentino (2 - 3). La tavoletta aromatizzata al tabacco, per esempio, prodotta con cacao monorigine con l’aggiunta di aroma naturale di tabacco Kentucky da coltivazioni biologiche: "quasi un gioco per rinnovarsi" - ci ha raccontato la titolare Stefania Pemoni. Sempre tavoletta ma al gusto di Dulce de Leche, l'altra chicca fresca di produzione. Anche in versione spalmabile, strizza l'occhio al celebre dolce argentino.
E poi il vero protagonista e cioè l'infuso di cascara di cacao (4). Una prelibatezza ricca di sostanze nutritive: nasce dalle bucce delle fave di cacao tostate che, una volta messe in infusione, oltre a regalare sentori molto gradevoli, favoriscono la digestione.
E ancora... la cioccolata in tazza in quattro versioni (intensa, amabile, alla cannella, alle spezie) (5) e le fave di cacao dell’Ecuador tostate e ricoperte di cioccolato fondente.
Oltre ai cioccolatini ripieni di liquore che si vanno ad aggiungere alla linea Cioccolato Militare, una nota di merito va sempre alle tavolette per vegani dove l'ingrediente soia sostituisce amabilmente il latte. Insomma, dolcezze bio, gluten free e milk free; invitanti superfood pronti a gratificare palato e memoria, richiamando immagini e sensazioni di quel tempo perduto della giovinezza o della leva. Un pezzo di storia à la bouche come direbbero i francesi. Da non farsi mancare, se possibile.

@photocredit Gianfranco Gori

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lascia liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati f...