01feb 2020
Pistacchio Verde di Bronte D.O.P - L'oro verde di Sicilia
Incontro con l'azienda Evergreen

Lo confesso, non sono imparziale, amo la Sicilia, da sempre e tutta: il suo territorio, il mare, la storia, l'arte, i vini e la cucina. Per non parlare della cortesia innata dei suoi (fortunati) abitanti, finché un giorno... ho scoperto il Pistacchio verde di Bronte DOP. Quello vero però. Abbiamo incontrato l'oro verde di Sicilia della Famiglia Bonaccorso che, con il brand "Evergreen", da 50 anni produce meraviglie al palato. Tra la Pasta pura 100% Pistacchio Verde di Bronte D.O.P, la Granella 100% Pistacchio Verde di Bronte D.O.P e la Colomba al Pistacchio, per citarne solo alcuni, la scelta è decisamente ardua. Un universo goloso e straordinario, puro o da reinterpretare ai fornelli. L'unico difetto? Una volta assaporato, dolce o salato che sia, difficile non sentirne la mancanza. Ce ne parla Zina Bonaccorso (1) che, insieme al marito Pietro e ai figli Fabio, Stefano e Manuela (2), è al timone di questa realtà aziendale, fiore all'occhiello del made in Italy più autentico. Anche oltre confine. 

 

Due parole sull'azienda... 

Vantiamo circa 20 ettari di pistacchieti siti alle pendici dell'Etna e non lontano dalla bellissima Catania che garantiscono, ogni due anni, grandi quantità di prodotto. Ciononostante ci avvaliamo anche della collaborazione di circa 120 produttori del luogo, che ci affidano le loro produzioni e ci permettono di soddisfare al meglio le numerose richieste. La trasformazione avviene nei nostri stabilimenti dove prendono vita le tante referenze, dal dolce al salato, che offriamo a catalogo. La nostra è una missione che facciamo con passione e cura secondo le tradizionali metodiche apprese dalle generazioni passate (3). Non a caso alla base della filosofia aziendale sono tre i punti cardine: Qualità, Origine, Igiene. Siamo presenti nell'ho.re.ca, ristoranti etc e naturalmente in alcuni canali della Grande distribuzione, ora anche in Toscana, dove ci operiamo con sessioni di degustazione in store per meglio informare il consumatore sulla straordinaria bontà e versatilità del nostro frutto verde. Naturalmente abbiamo diverse linee di produzione secondo le necessità dei vari target: professionisti, chef o ristoratori qualificati.

 

Ci parli di questo frutto straordinario...

Il pistacchio ha un costo elevato sia per la sua disponibilità limitata poiché la raccolta è biennale, in anni dispari così come vuole la tradizione, sia per le difficoltà oggettive che si incontrano nei trattamenti dei terreni e nel raccolto. Il terreno accidentato e lavico su cui il pistacchio di Bronte cresce, infatti, implica una raccolta manuale a temperature variabili di 37/40°C. Un lasso di tempo tra fine Agosto e metà Settembre che non sempre agevola un lavoro facile e veloce. Una curiosità... L'impollinazione avviene attraverso il vento (anemofila). Un solo esemplare maschile,  posizionato un pò più in alto dalle piante femmine, è in grado di produrre enormi quantità di polline sufficiente a fecondare un numero elevatissimo di fiori. E per preservare pianta e qualità, è opportuno togliere le infiorescenze. Un vero e proprio impegno green che ha ci ha reso presidio Slowfood.

 

In cos'altro siete sostenibili?

I nostri stabilimenti all’avanguardia ci permettono di sfruttare al meglio l’energia da fonti rinnovabili grazie all’installazione di circa 100 kWatt/h suddivisi in 4 fabbricati che soddisfano gran parte del fabbisogno aziendale fornendo energia pulita agli impianti di produzione. In inverno, la produzione di calore viene fornita da potenti caldaie alimentate da buccia di pistacchio.

 

Problema contraffazione, cosa ci dice in merito? 

Essendo tra i prodotti più rinomati al mondo, il pistacchio di Bronte è un facile bersaglio delle contraffazioni alimentari. Apro una parentesi su questo argomento delicato. Purtroppo sono ancora molti i produttori "non seri" che, avvalendosi della semplice sede operativa a Bronte, smerciano un prodotto ingannevole con all'interno un'elevata percentuale di pistacchio iraniano, turco o siciliano non certificato. Il problema è che sull'etichetta si legge stabilimento di produzione Bronte, ingannando l'acquirente certo di comprare prodotti a base di pistacchio D.O.P autentico. Tra l'atro scenari contraffatti come questo, inducono a prodotti anche dannosi per la salute che, poi, vengono immancabilmente ritirati dal commercio. Come è già capitato in passato... Interi lotti di pistacchi salati con ingente presenza di aflatossina B1 fortemente nociva. Sostanze pericolose che si accumulano nel fegato, nel cuore e nei muscoli causando danni ai tessuti. E sono anche potenzialmente cancerogene. Insomma, è opportuno fare attenzione alla filiera di produzione e sopratutto non acquistare se non appaiono bollini, diciture e autorizzazioni certe del Consorzio. 

 

Sono tante le vostre referenze a catalogo, le più richieste dal mercato? 

La linea dei prodotti al pistacchio si articola in creme spalmabili, liquori, pasta pura, semilavorati, prodotto a guscio e in granella e una linea per la pasticceria da ricorrenza (4 - 5). Tra queste, la punta di diamante è rappresentata dalla Crema spalmabile al Pistacchio Verde di Bronte D.O.P (6). Mi lasci aggiungere che proprio in virtù del prossimo San Valentino, questo prodotto si presta benissimo per la creazione di vari dolci, come la crostata. Ma l'apoteosi del gusto è certamente a cucchiaiate. 

 

Il pistacchio, fuori dalla Sicilia, è un ingrediente ben recepito?

Da qualche anno, complici le numerose trasmissioni di cucina, masterchef, showcooking etc. la materia prima pistacchio è ormai virale, valorizzata sia in cucina, sia nei canali benessere e salute per la sua adattabilità a piatti dolci e salati. Un esempio? Il cornetto al pistacchio oggi godibile praticamente ovunque. Come produttori, abbiamo anche una Linea Gluten Free e un'altra Veg certificata VeganOK, scelta imprescindibile per rispondere a tutti quei consumatori desiderosi di un regime alimentare ricco di fonti proteiche di origine vegetale. Un segmento di mercato in crescita, trainato dalle potenzialità nutraceutiche e salutistiche della frutta secca, sempre più confermate dai nutrizionisti.

 

Pistacchio e salute, quali i benefici? 

Il pistacchio, in generale, è un frutto dal grande potere energetico e calorico ma povero di grassi saturi, dannosi per il nostro organismo. Quello di Pistacchio verde di Bronte D.O.P in particolare, assorbe dal terreno lavico minerali unici. Alla base c'è la piantina “madre“ che si rigenera e, ogni anno, è pronta di nuovo a ricreare questo frutto magico detto “oro verde”. E poi il mix unico di aria pregna di mare, il clima mite e il terreno non può che creare un prodotto eccezionalmente sapido e salubre.

 

Che dire... Un vero tesoro per il palato e la salute. C'è forse di meglio?

 

Maggiori info:

 

Telefono : 0957724121

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

2020. Punto a capo. Si rincomincia, si svolta. Cosa ci aspettiamo? Un anno ricco di novità, di tendenze originali e inaspettate, di orizzonti tutti da scoprire, di linguaggi inediti dove la diversità sia una costante, ovunque e comunque (1). Questo è ciò che immaginiamo e che racconteremo, curiosi come sempre, variando la prospettiva in ogni momento, cercando di cogliere i germi, più o meno evidenti, del domani che verrà. E se volessimo indicare in una parola l'unico vero proposito da perseguire? No waste, due parole in realtà per non dimenticare l...