14mag 2019
Orto in balcone: 8 piante da seminare
I consigli per i "senza" pollice verde

Secondo le stime di Coldiretti, a primavera ormai inoltrata, 1 italiano su 4 allestisce un piccolo orto sul proprio balcone o davanzale di casa (1). Ma non tutti siamo dei provetti giardinieri... quali sono allora le piante aromatiche e gli ortaggi più semplici da seminare e coltivare senza rischiare di rinunciare a una nuova passione? Ci viene incontro ManoMano.it, il portale europeo di eCommerce di fai da te e giardinaggio con una classifica green (in ordine di difficoltà crescente) delle 8 piante da far nascere senza problemi (2 - 3), anche per chi non ha molta dimestichezza con l'orto in balcone.  

 

1. Lattuga 

La lattuga è una delle verdure più semplici da piantare e coltivare. Esistono molte varietà di lattughe, ma si possono sostanzialmente dividere in due grandi famiglie: quelle da cespo e quelle da taglio. Le più facili da coltivare in un orto sul balcone sono quelle da taglio, perché non necessitano di molto spazio, si possono coltivare semplicemente in un vaso, possono dare soddisfazioni dopo qualche giorno e danno i loro “frutti” più volte nel corso della stagione: insomma, qualche seme di lattuga può bastare per tutto il periodo primaverile-estivo!

Difficoltà: 1

Periodo di semina: marzo-luglio

Irrigazione: una volta al giorno

 

2. Pomodorini

Se si vuole completare un bel piatto di insalata, si può pensare di aggiungere qualche pomodorino. I pomodorini crescono facilmente, basta trovare un giusto angolo al sole e innaffiarli una volta al giorno. Saranno necessari alcuni bastoncini di legno con cui sostenere la crescita della pianta, i pomodori infatti crescono verso l’alto e hanno bisogno di un appoggio per poter sostenere il peso dei frutti. 

Difficoltà: 1

Periodo di semina: marzo-aprile

Irrigazione: una volta al giorno

 

3. Menta (4)

La menta è una delle piante aromatiche più facili da coltivare, perché resiste molto bene a temperature calde e fredde e non richiede cure particolari. I semi vanno piantati a 2-3 centimetri di profondità e il vaso va posizionato in un’area non troppo soleggiata: la menta non ama l’esposizione diretta al sole, pertanto si consiglia di metterla in una zona ombreggiata. Bisogna poi considerare che la menta è una pianta infestante, a lei dovrete quindi lasciare un vaso dedicato, senza affiancarla ad altre piante.

Difficoltà: 1

Periodo di semina: maggio

Irrigazione: una volta al giorno  

 

4. Avocado 

Coltivare l’avocado è semplice e al tempo stesso divertente. Uno dei metodi più utilizzati per seminarlo è la moltiplicazione per seme, per cui sono necessari un nocciolo di un vecchio avocado, un vasetto e quattro stuzzicadenti. Una volta lavato e asciugato il nocciolo dell’avocado, basterà infilzarlo con i quattro bastoncini e riporlo per metà dentro il vasetto pieno d’acqua. Il nocciolo dovrà essere sistemato con la parte più rotonda verso il basso e l’avocado avrà bisogno di un angolo molto luminoso per crescere. Dopo che la pianta avrà raggiunto i 20-30 centimetri d’altezza, sarà possibile invasarla e attendere per i primi frutti. 

Difficoltà: 2

Periodo di semina: marzo-maggio

Irrigazione: cambiare l’acqua del vasetto ogni due-tre giorni

 

5. Salvia

In vista delle numerose grigliate estive sarà molto utile avere una piantina di salvia sempre a disposizione. Anche la salvia è un’erba aromatica tra le più facili da coltivare e far crescere: ama il caldo e preferisce posizioni molto soleggiate, ma teme il vento molto forte quindi va posizionata in un posto riparato. La salvia predilige un ambiente secco, non necessita di innaffiature frequenti, ma bisogna evitare che il terreno diventi completamente asciutto. 

Difficoltà: 2

Periodo di semina: marzo-aprile

Irrigazione: ogni 2-3 giorni (all’occorrenza) 

 

6. Zucchine 

Se si ha a disposizione molto spazio, le zucchine sono senza ombra di dubbio una delle verdure che può dare maggiori soddisfazioni. Tuttavia, in un orto sul balcone la zucchina in vaso può avere qualche difficoltà a crescere: sebbene cresca in fretta e abbia bisogno di poche cure, le zucchine si allargano molto e, per evitare che la pianta non soffra, sarà necessario metterle in un vaso di almeno 50cm (oppure seminare delle zucchine rampicanti). 

Difficoltà: 3

Periodo di semina: marzo-aprile

Irrigazione: una volta al giorno 

 

7. Carote

Il periodo ideale per seminare le carote va da fine febbraio ad agosto, ma se si decide di metterle in vaso è necessario badare ad alcune accortezze per far sì che queste crescano rigogliose e senza ostacoli. La carota cresce e si sviluppa nel terreno, per questo ha bisogno di terra fertile, senza sassi o sassolini che possano modificare la sua forma o bloccarne le dimensioni. Per fare crescere le carote in un orto sul balcone sarà necessario un vaso con una profondità di almeno 25-30 centimetri e, per garantire una protezione naturale da parassiti, si consiglia di affiancare ai semi due-tre spicchi d’aglio. 

Difficoltà: 3

Periodo di semina: fine febbraio-agosto

Irrigazione: una volta al giorno 

 

8. Basilico 

Il basilico è senza dubbio una delle erbe aromatiche indispensabili in cucina e sicuramente anche una delle più semplici da coltivare ma, attenzione, è una pianta molto delicata che non permette errori. Il basilico teme infatti le temperature molto fredde e quelle al di sotto dei 10 gradi possono essere addirittura fatali. Vuole un’esposizione al sole e un’irrigazione frequente, ma è al contempo sensibile ai ristagni d’acqua che possono portare facilmente a un soffocamento delle radici. 

Difficoltà: 3

Periodo di semina: aprile-maggio

Irrigazione: una volta al giorno, ma attenzione ai ristagni!

 

 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...