16mar 2020
Oggetto misterioso - Lo stile in cucina con “Seamless in Pastel”

Un gioco da tavolo? Un fermacarte? Nulla di tutto ciò. Quest'oggetto del mistero è in realtà un elegante e minimale set di coltelli (1). “Seamless in Pastel” così l'ha battezzato la designer Natascha Van Reeth (2 - 3), fondatrice dello studio Tasch Design di Anversa che, per il suo stiloso complemento, ha scelto la straordinaria matericità del HI-MACS®, pietra acrilica della massima qualità in grado di assumere qualsiasi forma. Un materiale molto impiegato in architettura e nella progettazione d'interni: in cucina, per esempio, dove trova massima espressione come top (4) o lavabo (5) etc. In generale, l'HI-MACS® è stata ed è tuttora una vera e propria fonte d'ispirazione per le menti creative di tutto il mondo. Zaha Hadid, Jean Nouvel, Rafael Moneo, Karim Rashid e David Chipperfield, tra gli altri, hanno realizzato progetti magnifici usando questa pietra di nuova generazione. Basti pensare che è molto robusta, tuttavia può essere lavorata come il legno e quindi tagliata, smussata, forata o levigata.

Ritornando a “Seamless in Pastel”, il set vanta una lama affilatissima addolcita dai brillanti colori pastello (6) che conferiscono ai coltelli un aspetto “morbido”. Inoltre, il materiale non è assolutamente poroso, eventuali graffi sono facili da rimuovere e, grazie all’assenza di giunti visibili, sporco e batteri non possono contaminare i coltelli diventando così utensili ideali per l’uso quotidiano ai fornelli. Il kit è composto da un tagliere che assume la duplice funzione di portacoltelli e vassoio per la presentazione di portate da antipasto e aperitivo.

"Ho scoperto i colori Lucent nel laboratorio "Artindus" di Anversa, che utilizza diversi colori di HI-MACS®: la collezione Lucent mi ha colpito, dato che adoro i colori pastello. Sono riuscita a immaginare i miei coltelli, lisci e morbidi, in contrasto con il ’pericolo’ e l'affilatezza che normalmente contraddistinguono un coltello" - ha affermato la designer - "Durante la loro progettazione, era d’obbligo presentare determinate caratteristiche: dovevano essere affilati, puliti, moderni ed eleganti. Inoltre, era importante che rispettassero l'ambiente, quindi dovevo pensare a come il mio progetto potesse ridurre la produzione di rifiuti (il settore dell'edilizia è responsabile del 30% dei rifiuti a livello mondiale). Ho quindi deciso di utilizzare ritagli e scarti di altri oggetti in HI-MACS®".

 

 

1

2

3

4

5

6

Photo Credits

Photo 1 : © Natascha Van Reeth
Photo 2 : Image by archipelago website
Photo 3 : © Natascha Van Reeth
Photo 6 : © Natascha Van Reeth

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza... Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2). In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e ...