12mag 2019
Nuovi lussi
Il dolce far niente, meglio se in compagnia

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lasciare liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati finocchi con qualche fettina di arancio o ancora un piatto salato a base di rosso rabarbaro. E poi fragole a fiumi, buone, poco caloriche (4). Perfette per fare l'aceto. Come? Tagliatene a pezzi 250 g, disponetele in un barattolo di vetro con un cucchiaio di pepe uno di noce moscata e 500 ml di aceto di vino bianco. Poi chiudete con un tappo di sughero e lasciate macerare per 10 giorni, mescolando ogni tanto. Filtrate con un setaccio e versate in una pentola. Un cucchiaio di zucchero e lasciate cuocer a fiamma bassa finché si scioglie. Una volta raffreddato, travasatelo in bottiglia. Vi è piaciuto? Ecco, anche questo è lusso. Godetene in compagnia.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...