13dic 2019
Natale 2019 - L'enogastronomia la fa da padrone tra regali e cenoni
5 prodotti cult

Lo dice Coldiretti. Vola il fatturato degli alimentari e delle bevande che fa segnare un aumento del 3,8% ad ottobre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un segnale positivo che ancora una volta indica quanto l’agroalimentare con regali enogastronomici, pranzi e cenoni (19 sia la voce più importante del budget che le famiglie italiane destinano alle feste di fine anno, da Natale a Capodanno. Gli italiani spenderanno quest’anno per la tavola e i cibi di Natale 140 euro a famiglia, sulla base dell’analisi della Coldiretti sui dati Deloitte. La spesa degli italiani per i cibi delle feste di fine 2019 è superiore del 7% ai 131 euro a famiglia messi a budget in media in Europa.

In questo scenario "spumeggiante", vi suggeriamo 5 prelibatezze per il vostro paniere delle feste tra vini, distillati e dolci golosità.

 

1 - L’Ortrugo e il Gutturnio (2) de Il Poggiarello - 2 vini della tradizione piacentina conosciuti anche come "Gli Spaghi". Freschi e frizzanti trasformano ogni brindisi in un momento unico e di pura convivialità. L’Ortrugo, vitigno autoctono, dal color giallo paglierino con riflessi verdognoli, ha sapore delicato e un caratteristico retrogusto amarognolo, che regala un profumo intenso e molto fresco rendendolo perfetto per accompagnare antipasti, primi piatti a base di pesce, ma è ottimo anche con tartare di pesce e pizza. Il Gutturnio, dal color rosso rubino brillante, di varie intensità, è un vino intrigante al naso con le sue note di frutti rossi croccanti accompagnate da sentori di lillà e ribes fragranti. Al palato risulta fresco, effervescente e avvolgente, precedendo un finale tutta frutta fresca. Queste sue caratteristiche lo rendono ideale con primi piatti gustosi e carni bianche saporite, ma è ottimo anche con hamburger e grigliate di carne. Maggiori info QUI

 

2 - Montasio Dop in versione regalo (3) - Per gli amanti del formaggio, ecco un cofanetto di formaggi tutto da gustare. In spicchi di diversa stagionatura e grammatura. Montasio è un formaggio genuino, controllato e veramente adatto a tutti, anche per chi soffre di intolleranze perché è naturalmente privo di lattosio. La marcatura apposta alla produzione dal Consorzio di Tutela a 60 giorni, ne garantisce l’identità, l’origine e il rispetto delle caratteristiche dei disciplinari. Maggiori info QUI

 

3 - Rosé Zurlie di Massimago (4) - Mezzo litro di rosato frizzante per tutte le ore. Dalla Valpolicella, un curioso e insolito rosé rifermentato di uve Corvina, Corvinone e Rondinella. Lo Zurlie è un vino totalmente diverso da tutto ciò che ci si aspetterebbe dalla Corvina, varietà di uva solitamente utilizzata per produrre Amarone, Valpolicella e Ripasso. Versatile e comodo da portare con sé in borsa o nello zainetto, è dedicato alle nuove generazioni e a chi vive il vino in modo meno "classico". Perfetto per un aperitivo, così come in abbinamento al cibo street food, a un piatto di pasta o alla pizza, proprio come le birre artigianali. Formato da 500 ml. Prezzo consigliato al pubblico: a partire da 11,00€. Distribuito da Pellegrini SPA. Maggiori info QUI

 

4 - Christmas Pack di Zucchi (5) - Un goloso tris di prodotti ed uno speciale ricettario, che raccoglie le migliori idee in cucina ispirate dagli oli della storica azienda cremonese. Desiderate dare uno spirito green al vostro Natale? Ecco il Sostenibile 100% Italiano, il Sostenibile dell’Unione Europea e il Biologico 100% Italiano. I due evo Sostenibili valorizzano la filiera, interamente tracciata, sostenibile e certificata. Confezione da tre bottiglie da 1 l, €26,50. Maggiori info QUI.

 

5 - Ròndena (Rondinella in dialetto veneto) Riserva di Distilleria Berta (6) - Grappa dal colore ambrato che già al profumo esprime grande personalità. Fra le molteplici sensazioni spiccano i frutti rossi, la marmellata di ciliegia, le spezie come il cacao, la cannella e il pepe nero. Il sapore è ricco e avvolgente e conferma le sensazioni avvertite al naso. Il vitigno da cui prende il nome è uno dei vitigni simbolo della Valpolicella e compone l’uvaggio dell’Amarone. I suoi acini dal colore nero-bluastro ricordano il piumaggio della rondine, da cui prende il nome. Maggiori info QUI

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

2020. Punto a capo. Si rincomincia, si svolta. Cosa ci aspettiamo? Un anno ricco di novità, di tendenze originali e inaspettate, di orizzonti tutti da scoprire, di linguaggi inediti dove la diversità sia una costante, ovunque e comunque (1). Questo è ciò che immaginiamo e che racconteremo, curiosi come sempre, variando la prospettiva in ogni momento, cercando di cogliere i germi, più o meno evidenti, del domani che verrà. E se volessimo indicare in una parola l'unico vero proposito da perseguire? No waste, due parole in realtà per non dimenticare l...