05ago 2019
Milano dove mangiare? Le polpette di Diego Abantantuono
Da settembre il Wonder Burger totally green

Conoscete il Meatball Family in zona Navigli? il Flagship Restaurant di Diego Abatantuono (1 - 2)? Ebbene, dal prossimo 5 settembre l'"ecceziunale" selezione di polpette del noto attore italiano saranno anche green. In menù, infatti, il Wonder Burger, un'invitante polpetta Beyond Sausage (3) totalmente vegetale. Una non - salsiccia che ha lo stesso sapore e consistenza di Meatball fatta con il maiale ma di quest'ultimo non ha visto neppure l'ombra. L’insaccato Veg è realizzato dalla Beyond Meat, la Start Up californiana di Bill Gates e Leonardo Di Caprio. 

"Dopo il grande successo del Miracle Burger (polpetta di carne – non carne di manzo), non potevamo mancare l’occasione di un’altra proposta ecosostenibile" - dichiara Roberto Galli, fondatore con Diego Abatantuono della catena The Meatball Family - "per realizzare il Wonder Burger, abbiamo aggiunto alla salsiccia-etica, dell’ottima scamorza affumicata italiana, una salsa di peperone rosso saltato in un soffritto di cipolla, sedano e carote con l’aggiunta di qualche goccia di salsa piccante sriracha. Il tutto tra due burger bun artigianali con semi di sesamo. Troverete queste deliziose polpette nel menù del nostro punto vendita di Via Vigevano 20 a Milano dal 5 settembre 2019". Una scelta vegetariana e sostenibile sopratutto se si pensa che l’utilizzo di materia prima non animale porta a una riduzione del 99% di consumo di acqua, al 93% in meno dell’utilizzo del suolo, ad un abbattimento del 50% dell’utilizzo di energia e al 90% in meno di emissioni di gas serra rispetto a quelle prodotte dall’allevamento animale.

Ma di cosa è fatta la Beyond Sausage (4)? Si tratta essenzialmente di proteine di pisello, olio di cocco e acqua. Poi, per meno del 2%, troviamo proteine del riso, proteine di fava asturiana, fecola di patate, succhi di frutta e di vegetali (per dare colore), fibre di mela, estratto di agrumi. 

Che dire... il maialino è salvo.

 

Maggiori info:

1

2

3

4

Photo Credits

Photo 3 : Seba Marchini
Photo 4 : Seba Marchini

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...