13mar 2020
Milano - Coronavirus: il dolce sospeso per gli ospedali del capoluogo
L'idea della pasticceria Clivati 1969

Chi è milanese come me, conosce molto bene la pasticceria Clivati 1969. Un simbolo del buon cibo che negli anni ha suggellato con le sue delikatessen matrimoni, feste di compleanno o semplicemente colazioni quotidiane prima di correre al proprio posto di lavoro. E' di ieri la comunicazione della lodevole iniziativa siglata dalla pasticceria (1) a sostegno del personale medico e infermieristico del capoluogo lombardo (2), impegnato in prima linea nella lotta al Coronavirus. #undolcesospesopergliospedali, questo il nome del progetto che prevede la consegna omaggio di 10 vassoi di brioches e pasticcini all'Ospedale Sacco, a cui ne seguiranno altre, realizzate nel rispetto della normativa vigente. Un piccolo grande gesto a favore di tutte le donne e gli uomini impegnati in prima linea in questi giorni che, oberati dall'enorme mole di lavoro, spesso non hanno nemmeno il tempo di ricaricarsi con un semplice cappuccino. Per chiunque volesse partecipare e sostenere l'iniziativa, ispirata alla pratica del caffè sospeso napoletano, basterà realizzare un ordine sui principali vettori di consegne a domicilio e indirizzarla ad uno ospedale milanese o contattare direttamente la Pasticceria Clivati 1969 sui propri canali social o al telefono.

“A voi che siete i nostri eroi, va tutto il nostro sostegno in questo momento difficile per l'Italia, per il mondo. Con la speranza di poter tornare presto a sorridere e ad abbracciarci, vi auguriamo una pronta fine di questa battaglia. Nel frattempo, cerchiamo nell'unico modo che possiamo di addolcirvi questi giorni” - è il messaggio che accompagna gli omaggi della Pasticceria Clivati 1969. La Pasticceria Clivati 1969, inoltre, vuol ribadire a tutti, con questa iniziativa, l'importanza di  restare in casa

 

Info e prenotazioni:

 

Telefono : 028322591

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza... Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2). In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e ...