26set 2019
Milano - La Biblioteca olfattiva di Histoires de Parfums
Lo chef dei profumi Gérald Ghislain e le sue gemme sensoriali

Siamo a Brera nella zona più bohémien del capoluogo meneghino. Per tutto il 2019, in via Madonnina al n° 17, la biblioteca olfattiva di Histoires de Parfums  (1 - 2) invita i propri clienti a vivere un'esperienza "di naso" di grande prestigio. Sfilano infatti le creazioni del celebre marchio francese di profumeria artistica fondato nel 2000 da Gérald Ghislain, chef e profumiere, portando un colpo di colore e irriverente fantasia nell’elegante quartiere delle Belle Arti milanesi (3). Un segnale evidente che anche la composizione olfattiva è ormai - a tutti gli effetti - espressione artistica della contemporaneità. Colpisce la collezione di fragranze dedicate a storie di personaggi famosi (tra questi: Casanova, Jules Verne, George Sand, Mata Hari…), di anni mitici (1899 e 1969), di poemi, di musica. Veri e propri romanzi da leggere sulla pelle, scritti da Ghislain utilizzando le note olfattive. Componenti narrative dove poesia, autenticità e mistero si associano a "ingredienti" inaspettati e insoliti così come faceva il Maître Parfumeur quando cucinava nel suo ristorante di haut cuisine. E altresì vero che, nella creazione  di un profumo, così come succede per una ricetta, c'e sempre un tocco autobiografico. Un sillage, un'impronta può dire molto del suo creatore, svelando gocce di vissuto. Una straordinaria prerogativa riservata alla profumeria d'autore dove il confine tra fragranza e opera d'arte è quasi inesistente. Proprio come accade nella nota Maison francese. 

 

Le fragranze esposte sono divise in diverse collezioni raccontate in analogia con la letteratura:

 

  • I “volumi” dedicati a personaggi (maschili e femminili) e nominati con l’anno di nascita di questi (ad esempio: 1725 per Casanova, 1873 per Colette etc.)

  • Libri culto: composizioni rare e preziose nella formulazione da custodire come con i grandi classici nella propria libreria (Ambre 114 e 1969 – repacked in occasione del 50mo anniversario di un anno che ha segnato per sempre la storia dell’umanità)

  • Editions Rare, dedicate all’oro della poesia

  • En Aparté racconta di una conversazione intima tra amici da cui emerge una ironica autobiografia di Ghislain centrata sui propri difetti (Irrévérent, Outrecuidant, Prolixe)

  • Ceci n’est pan un flacon bleu, una collezione ispirata all’arte moderna che prende il nome da la La Trahison des images di Magritte e contempla il concetto dell’astratto.

 

 

Nella boutique inoltre è possibile trovare anche alcune fragranze esclusive degli store monobrand, come la collezione dedicata all’Opera, e i prodotti per il corpo, sempre in esclusiva per il nostro punto vendita.

 

Pop-up Store Histoires de Parfums Indirizzo: Via Madonnina 17 

Orari: Lunedì 15.00 – 19.00

Martedì - Sabato 10.00 – 14.00; 15.00 – 19.00

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Lasciata la stagione più cada dell'anno, per noi della Redazione ne inizia un'altra ugualmente "bollente". Sì perché con l'autunno (1) ritornano i molti Saloni del settore food come Host (2) per il mondo Ho.Re.Ca a Milano (dal 18 al 22 Ottobre 2019), dell'interior design come Cersaie a Bologna (3) e del fashion (abbiamo appena concluso l'esperienza profumatissima di Pitti Fragranze a Firenze