01mag 2020
Letture di gusto - French Country Cooking di Mimi Thorrison
La Francia (quella autentica) a tavola

In questo periodo di quarantena si riscoprono libri dimenticati in dispensa di quando la vita ci obbligava a ritmi più incalzanti. Come lo splendido gioiello editoriale "French Country cooking" della bellissima (e bravissima) food blogger Mimi Thorisson (1 - 2). Certo, non fresco di stampa ma sempre un must nelle librerie e non solo in Italia, questo importante cartonato racconta quando Mimi insieme al marito Oddur e ai loro figli e a tanti fox terrier, lasciano la ville lumiere per trasferirsi in una vecchia dimora di famiglia nel Médoc, in Aquitania. 

“Entrando da un cancello arrugginito e sconnesso, ci trovammo al n.1 di rue de Loudenne, tra le erbacce e i roseti incolti disseminati lungo i muri della casa. L’edificio era vuoto. Originariamente era uno château vinicolo, divenuto poi hotel e ristorante, e infine dimora di famiglia”.

Un mondo quasi incantato, di struggente poesia dove, diciamoci la verità, tutti vorremmo stabilirci, prima o poi. Qui, nel "coeur de la France", la protagonista interpreta la joye de vivre di questi luoghi, riproponendola nelle numerose ricette del libro. Il cibo, quello autentico, sano e pregno di emozioni, diventa veicolo per godere di un universo d'autrefois, cosy, reso ancora più immediato grazie alle magnifiche foto scattate dal marito Oddur (3). E tra un piatto di ostriche arrosto con fois gras e Sauternes, una cucina con le credenze scricchiolanti, un ristorante da organizzare e un vino che conforta, ci si chiede... Perché no? Magari in Toscana, nell'altrettanto spettacolare Val d'Orcia. 

 

French Country Cooking - Cartoline da un viaggio immenso di Mimi Thorisson, 336 pagine, illustrazioni a colori.

 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Finalmente ci siamo! L'agognata libertà (ma sempre con il rispetto delle dovute regole di distanziamento sociale) è arrivata! (1 - 2 - 3)Un periodo buio, inaspettato, sofferto e sopratutto di grandi cambiamenti per cui molte porte si apriranno e altre si chiuderanno per sempre. Ci guardiamo indietro e ci sembra di aver attraversato un sogno con i contorni quasi di un incubo dove alcuni di noi, da ora in poi, rimetteranno in discussione la propria vita e se stessi.Ecco... ora è lecito chiedersi cosa ci rimane del lungo...