02apr 2020
#IORESTOACASA: la Vasocottura, per piatti sani e veloci
Info e ricetta sulla cottura in barattolo

Conoscete la vasocottura? Si tratta di una tecnica dalle origini piuttosto antiche, molto salutare, che consente di preparare in tempi brevissimi piatti saporiti e leggeri (1 - 2). Poco sale, poco olio per suggestioni in tavola dall’effetto scenografico certo. Ma è anche “eco-friendly”: con i vasetti di vetro ad uso alimentare che abbiamo in casa da riciclare, preparare e conserve gustose e utili ricette per limitare gli spostamenti dalle nostre abitazioni, è un gioco da ragazzi. E’ poi è veramente alla portata di tutti, consentendo di scegliere lo strumento di cottura a noi più adatto: forno ventilato, bagnomaria, microonde e per i green addicted anche in lavastoviglie. Il più gettonato, per chi è già avvezzo a questa metodologia in cucina, è il microonde: servono pochi minuti seguiti da un tempo di riposo in cui la pietanza continua a cuocere nel vasetto; inoltre, raffreddandosi, il contenitore con l’effetto del sottovuoto, garantisce una più lunga conservazione della pietanza.

Ma vediamo da vicino i plus di questa pratica food (3 - 4) grazie ai preziosi consigli di Progetti Ristorativi, industria alimentare artigiana di Spinea (VE) …

Il sapore dei cibi risulta migliore. La cottura in vasetto chiuso permette di sfruttare il vapore che, combinato alla velocità di cottura, rende possibile cucinare senza grassi e sale, pur ottenendo ricette gustose perché tutti gli aromi rimangono intrappolati all’interno del vasetto. Le melanzane in vasocottura al microonde, ad esempio, sono un piatto delizioso. Leggero e veloce un tortino di melanzane in vasocottura al microonde, cuoce in soli 5 minuti. La vasocottura è utile per gestire il piano alimentare, programmando e preparando in largo anticipo tantissime ricette. Grazie al sottovuoto, infatti,  le ricette in barattolo si possono conservare in frigo per 15 giorni.

I cibi ne guadagnano in vitamine. Il radicchio, per esempio, in vasocottura è una vera prelibatezza, veloce e ottimo come contorno. Cotto al microonde, chiuso nel vasetto, è l’ideale per essere servito da accompagnamento a ricchi secondi piatti o per essere utilizzato per farcire torte e strudel salati. In questo momento, inoltre, in cui è necessario limitare gli spostamenti, la vasocottura consente di conservare in frigorifero gli ortaggi per diversi giorni - pronti da consumare - con il vantaggio di mantenere intatto l’apporto vitaminico.

Pause golose in barattolo. Il tiramisù cotto in vasetto è un'ottima scelta per chi non ama le uova crude. Cotto in vasocottura si trasforma in una torta al gusto di tiramisù pronta in meno di 3 minuti. La lavorazione delle uova in microonde, oltre a rendere cremoso e soffice le preparazione, ne consente la conservazione in frigorifero, alcuni trattamenti termici a basse temperature – infatti -  possono essere utili per uccidere gli eventuali germi patogeni presenti, potenzialmente pericolosi per la salute, mantenendo vivi però altri microorganismi ricchi di proprietà.

Infine, è bene ricordare…
 Per cuocere le pietanze in vasetto sono fondamentali contenitori di vetro a chiusura ermetica con guarnizione in gomma. In alternativa si possono utilizzare i classici barattoli della marmellata, facendo però attenzione al coperchio perfettamente funzionante. In entrambi i casi è imprescindibile che i barattoli siano in grado di mantenere il sottovuoto: è il segreto che assicura la conservazione dei cibi.

 

Ed ecco una ricetta:

Gamberi con ortaggi

Come antipasto o secondo per un buon menù a base di pesce, i gamberi con ortaggi freschi di stagione sono sfiziosi e delicati, grazie alle spezie e alle erbe aromatiche e la vasocottura ne preserva tutti i profumi e il sapore.

Occorrono vasetti appositi con chiusura ermetica.

 

Preparazione: 15 Minuti - Cottura: 10 minuti - Difficoltà: bassa - Porzioni: 2 persone 

Ingredienti:

•10-12 gamberi

•1 cipolla fresca

•1 zucchina

•pomodorini qb

•1 foglia Alloro

•1 rametto Timo

•2-3 foglie Basilico

•1 ciuffo Prezzemolo

•Olio extravergine d'oliva

•Sale 

•Pepe in grani

Procedimento:

•1. Sgusciare le code dei gamberi ed eliminare il filamento nero. Se si dispone di gamberi interi, è possibile lasciare le teste. Sciacquare bene in acqua fredda, poi asciugare tamponando con carta da cucina.

•2. Pulire e tagliare in piccoli pezzi le zucchine, i pomodorini e la cipolla. 

•3. Rosolare la cipolla a piacimento. E’ possibile, dopo averla pulita e affettata, trasferirla in una ciotola di vetro con un po’ d’olio e far rosolare in microonde per un paio di minuti.

•4. Prendere i vasetti adatti alla cottura opportunamente puliti e asciutti e disporre zucchine e pomodorini.

•5. Posizionare ora i gamberi sopra le verdure (5-6 per ogni vasetto) e ricoprire con la cipolla rosolata. 

•6. Distribuire all’interno le erbe aromatiche e cospargere con qualche granello di sale, pepe e un filo d’olio. 

•7. Pulire i bordi dei vasetti, chiudere con tappo, gancio e guarnizione e inserire un vasetto alla volta nel microonde. Cuocere a 800 watt per 5/6 minuti. Completata la cottura, lasciare riposare per almeno dieci minuti i gamberi.

•Per servire i gamberi con verdure, se si possiedono vasetti ermetici, basterà tirare la linguetta della guarnizione, far sfiatare e poi aprire. Altrimenti, sganciare e mettere in microonde per un paio di minuti prima di consumarli, la spinta del vapore aprirà il vasetto. In alternativa potete conservare in frigo fino a un massimo di due settimane, grazie al sottovuoto si manterranno come freschi.

•Se si desidera utilizzare il metodo della vasocottura a bagnomaria, al momento della cottura prendere una pentola e posizionare i vasetti, mettendoci in mezzo un canovaccio, in modo che non si urtino tra loro. Riempire la pentola con l’acqua, fino a circa 2 cm dal bordo dei vasetti. Mettere sul fornello e portare a bollore. Calcolare poi circa 10-15 minuti di cottura, a fuoco medio-basso. Regolare i tempi guardando i gamberi attraverso il vetro, saranno pronti quando avranno assunto un bel colore rosato. Al termine, togliere i vasetti dall’acqua, farli riposare qualche minuto, e aprirli facendo attenzione al vapore che ne uscirà.

 

Altre info:

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che colore sei? Anche se l'autunno vira su cromie come il marrone, l'arancione o il verde scuro, la Redazione ha votato all'unanimità per il rosa (1). Sì, proprio lui, emblema del romanticismo, della dolcezza, della femminilità, dello slow living. Ma il rosa è anche la tinta principe di quel nettare di Bacco particolarmente glamour e amato (non solo dalle donne) per il suo coté spesso fresco e fruttato, perfetto per accompagnare pietanze light come il pesce o come aperitiv...