19mar 2019
In casa, come tra i fornelli less is more

Tempo di primavera. La sentita nell'aria (1)? Certo, il clima benché già più mite, non è ancora però stabile ma il profumo di erba fresca e di magnolia, anche per chi vive in città, inizia a solleticare, facendoci star meglio e invitandoci a trascorrere più ore all'aria aperta.
Ma primavera significa altresì countdown dell'evento più importante dell'anno per chi, come noi, si occupa anche di arredamento e design. Il momento del Salone del Mobile milanese (2) che per una settimana, dal 9 al 14 aprile, regala alla metropoli meneghina un'allure internazionale, aprendosi a design addicted, esperti del settore e curiosi da tutto il mondo. Una città in "festa" dove le novità della Design week, fuori o dentro il Salone, mostrano soluzioni inedite per l'universo domestico e per il retail. Così, complice il desiderio di leggerezza, dal guardaroba (pulizia degli armadi) fino alla tavola, l'invito a eliminare il superfluo dentro casa è d'obbligo. Decluttering casalingo, potere del lasciar andare le cose etc... come lo si voglia chiamare, l'occasione è quella di "sottrarre" e di circondarsi di ciò che è veramente utile.
Strategia da applicare anche in cucina nella preparazione dei piatti (3) dove è "meglio togliere piuttosto che aggiungere" come ben ci racconta lo chef Roberto Rossi (Ristorante Silene) nel nostro Focus On QUI. E come ha sempre professato il grande e compianto Gualtiero Marchesi che della cucina giapponese fece un suo punto di riferimento importante.
Ma togliere significa anche essere più ecologici. Ricordiamoci che presto saremo al mare (4), quel mare ormai di plastica che stiamo consegnando ai nostri figli e che forse (certamente se non agiamo subito) morirà lentamente. E noi con lui.
Non resta che aprire mente e cuore. Da spalancare come le finestre a Primavera.
Buona stagione a tutti!

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lascia liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati f...