23ago 2020
Il Protocollo autoimmune di Morena Benazzi
Guarire, mangiando con gusto

"Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo" (Ippocrate). Questa verità ricorre spesso nel nuovo libro "In cucina con il protocollo autoimmune" della blogger bolognese Morena Benazzi (1 - 2 - 3), autrice anche del seguitissimo armoniapaleo.it. Certo, il titolo può erroneamente indurre a credere si tratti di una dieta severissima, stile Birkermaier ma nulla di tutto ciò. Anzi... Il primo merito di questo testo è la semplicità del linguaggio e la completezza d'informazioni nell'orientamento gastronomico/salutistico proposto dalla Benazzi al fine di - "creare le condizioni ottimali per la conquista della salute, secondo la propria genetica, rendendo l'ambiente interno dell'organismo il più favorevole possibile ai batteri buoni che lo abitano". Come? Seguendo un protocollo, appunto, dove l'autrice indica i cibi sani, ricchi di nutrienti e poveri di irritanti intestinali, per esempio. Autoimmune in quanto perlopiù vocato per quelle persone che soffrono di patologie autoimmuni, purtroppo "in costante crescita" come afferma il Dott. Andrea Luchi nella prefazione. Un approccio consapevole ai fornelli, per tenerle sotto controllo e vivere meglio. Non in modo improvvisato e fai da te, però, piuttosto con l'apporto del proprio medico volto a stabilire un programma di recupero salutistico a 360°.

Pagina dopo pagina, si è accompagnati in un vero e proprio percorso di guarigione, attraverso piatti prelibati, completi, per nulla "noiosi". 80 ricette (4) del tutto prive di allergeni, con belle foto "evocative" dalla colazione al dessert, fanno di questo vademecum uno straordinario complice in cucina. Sì, perché, pur non soffrendo di particolari malattie, ho trovato estremamente piacevoli suggestioni come "Le polpette di manzo e zucca" dove la purea di zucca al posto delle uova le rende particolarmente morbide. O ancora, se siete dei salad addicted, l'"Insalata di pollo con pesche e cocco" condita con vinegrette profumata al basilico è un vero must. 

E così anche la versione autunnale con topinambur, invidia, sedano e mela. Interessante la scoperta della salsa di "pomodoro" con barbabietole. Indicata per chi ha problemi con quest'ortaggio, la ricetta ne prevede la sostituzione con la barbabietola da utilizzare nel classico ragù o nella bistecca alla pizzaiola. Completissima, inoltre, la parte dedicata ai dessert, una sezione più che gourmet. Ma questo libro di 250 pagine non è solo guida in cucina (anche se basterebbe per farne una chicca editoriale di tutto rispetto)... l'autrice elargisce aneddoti e ragguagli su tanti argomenti che riguardano direttamente o indirettamente la nostra dieta quotidiana. Dal "Perché preferire il pesce pescato", agli "additivi alimentari industriali", passando per gli "stili di vita" come il sonno o l'esercizio fisico. E l'intestino, la cui salute è alla base del nostro completo benessere. Cosa sapere su quest'organo principe, come "trattarlo" affinché ci regali benessere e buonumore. 

Che siate affetti da una malattia autoimmune oppure no, "Protocollo autoimmune" merita un posto nella vostra libreria food. Unico nel suo genere, sa coniugare cibo appetitoso e creativo (d'altronde buona bolognese non mente) con il desiderio di vivere in salute. 

"Abbi cura del tuo corpo, è l'unico posto in cui devi vivere".

 

In cucina con il protocollo autoimmune. 80 ricette prive di allergeni, semplici e gustose

di Morena Benazzi

Editore: Ab Ovo Edizioni

Data di Pubblicazione: luglio 2020

Pagine: 256

Prezzo: 25,00 

 

Altre info: 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Eccoci scivolati anche un pò bruscamente nel fresco autunnale (1), quello che "chiama" il tepore di indumenti più pesanti o il fuoco acceso di un camino. Ritornano riti domestici come il cambio di stagione del guardaroba o la messa a dimora delle piante "non rustiche".  E poi c'è il food che come ogni fase dell'anno si veste di connotati diversi: l'uva sale alla ribalta, insieme al delizioso caco. E che dire dei funghi? Dai finferli, agli ovoli, ai porcini (2). Le castagne e le zucche per vellutate saporite e corroboranti (3). Se siete dei cultori dell'insalata, eb...