14apr 2019
Il design a tavola e non solo secondo Ann Sofie...
Quando la casa si veste di bello e di stile

Arte come stile di vita. Così potrebbe ben essere identificato l'universo di Ann Sofie, brand mantovano dell'arredo che dal 2000 crea magnifici elementi decorativi per l'interior. Recentemente, la proposta a catalogo si è ampliata con accessori per la tavola di straordinaria bellezza: pezzi unici in marmo (1 - 2). Per signore esigenti e chef dal gusto ineccepibile. Ma l'azienda è molto di più... Cuore artigianale e visione contemporanea si fondono per dar vita a collezioni uniche che vanno dai marmi artistici, al legno alla ceramica, passando per la pietra naturale per impreziosire le superfici domestiche in modo esclusivo ed elegante (3 - 4 - 5 - 6). Così, per esempio, i marmi realizzati in diverse formati concorrono nella realizzazione di top per cucine, tavoli etc. decorati a loro volta con foglie d'oro, d'argento o rame. E che dire delle superfici luminescenti? (7) Pareti che si accendono di notte di luce propria, dopo aver assorbito durante il giorno la luce sia artificiale, sia naturale. Un mondo quasi magico, affascinante vocato a vestire le nostre case con stile. Ce ne parla Santa Di Grazia, titolare della Maison (8) .


Ci parli degli elementi decorativi che rendono più belli ambienti domestici...
Il vetro è stato il primo elemento, i colori e le trasparenze protagonisti sulle superfici di bagni, cucine e living. E poi le finiture corten o il rame ossidato. Trovo molto interessante i prodotti luminescenti che, dopo aver assorbito la luce naturale o artificiale, diffondono, una volta al buio, un effetto di luce diffusa, morbida, gradevolissina e rilassante. Grazie alla continua ricerca di materiali naturali, inoltre, abbiamo trovato anche nel marmo un partner di eccellenza per arredare con eleganza qualsiasi ambiente.

Il marmo come viene interpretato da Ann Sofie nelle sue proposte di finitura?
Il marmo, prodotto di naturale bellezza, attraverso tecniche di lavorazione artigianale, come l'incisione, la patinatura o l'uso di colori naturali, acquisisce valenze di esclusivo design, per conferire a pareti unicità ed eleganza.

Ci racconti dei suoi nuovi nati, i piatti per la tavola...
Come in tutti i settori, anche quello della ristorazione è attento al design e alla ricerca dell’originalità per presentare le pietanze. Amiamo la decorazione e abbiamo pensato di applicarla per la realizzazione di vassoi e piatti da portata per la ristorazione.

Perché hai deciso di inaugurare una collezione per l'art de la table così atipica?
A seguito della richiesta di uno Chef di piatti e vassoi da portata esclusivi per cene a tema, pensammo di proporre le decorazioni per le finiture d’interni anche a tavola (9).

Il materiale che usi è soprattutto il marmo: come a tuo avviso, la matericità di questa pietra secolare tanto amata dal grande Michelangelo si sposa con il cibo?
In natura esiste la pietra che l’uomo da sempre utilizza per utensili in cucina. Oggi la pietra ollare, l’ardesia, il basalto sono spesso presenti nelle nostre tavole. Noi adoperiamo il marmo calcareo perché ci permette di inciderlo con effetti di basso rilievo e decorarlo conferendo loro bellezza e unicità.

Sono ergonomici e leggeri? Come si puliscono?
Possiamo produrli in vari spessori secondo l’utilizzo e non hanno contro indicazioni per essere inseriti in lavastoviglie.

I decori che ricorrono più spesso?
I decori sono molteplici spaziano dai decori floreali a quelli astratti o geometrici. Una volta incisi vengono decorati con foglie metalliche o con colori naturali conferendo al prodotto una bellezza artigianale e di originale design.

Immagino che ogni piatto sia un pezzo unico...
Sicuramente, la loro lavorazione è prettamente artigianale per cui ogni piatto è irripetibile.

Perché uno chef o un ristorante dovrebbe scegliere le tue creazioni?
Riteniamo che ogni pietanza ben presentata acquisisca quel valore aggiunto per renderla più appetibile all’occhio e al palato.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lascia liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati f...