28lug 2020
Gabriella Greison - Intervista esclusiva per Foodmoodmag
la “Rockstar della Fisica” torna a calcare i palcoscenici dopo il lockdown

Pochi giorni fa a Vimercate (Provincia di Monza e della Brianza) - in Lombardia - Gabriella Greison (1) ha ripreso gli incessanti tour per portare i suoi originali spettacoli dedicati al mondo della fisica quantistica in giro per l’Italia (2). Per la ripartenza ha scelto Monologo Quantistico, derivato dal suo libro “L’incredibile cena dei fisici quantistici” (3). Si racconta della sua ossessione per una fotografia del 1927 scattata a Bruxelles, prima della cena di gala seguente al V Congresso Solvay della Fisica, definito il più grande ritrovo di cervelli che la storia ricordi (4). Organizzata dai Reali del Belgio, vide la partecipazione di Albert Einstein, Marie Curie, Niels Bohr, Arthur Compton, William Bragg, Irving Langmuir... Scandito dalle otto portate servite, come i capitoli del libro, racconta diatribe, odi, rivalità e amori tra questi geni che erano soprattutto esseri umani con tutte le loro virtù e i loro vizi.

Spettacolo bellissimo, come gli altri di Gabriella che, partendo dai libri vivono di vita propria, con grande soddisfazione dagli spettatori letteralmente rapiti dai suoi racconti "con tanto di occhi spalancati", come lei stessa ci dice. Nessuno prima aveva pensato di trovare una media res tra il mondo accademico, chiuso e paludato e quello divulgativo, non sufficientemente profondo. Un modo di raccontare assolutamente inedito, che ha raccolto tanti consensi anche all’estero. Questa Rockstar della fisica, come argutamente definita da suoi colleghi oltreoceano, dopo la laurea a Milano e la specializzazione all’Ecole Polytecnique di Parigi, sotto l’ala di Francois Amiranoff che tuttora la segue con entusiasmo, avendone intuito le grandi potenzialità, si è posta subito il problema di come rendere fruibile a tutti la fisica quantistica. Riuscendoci appieno a giudicare dall’entusiasmo dei suoi fan. Sono 5 i monologhi che alterna sul palco: primo il Monologo Quantistico che ha superato le 500 repliche, per poi passare a Sei donne che hanno cambiato il mondo, sei scienziate che hanno stravolto le prospettive della fisica, tra cui Marie Curie, Hedy Lamarr matematica e anche celebre attrice e Mileva Maric prima moglie di Einstein. A Mileva Maric è dedicato Einstein e me, iniziativa della Greison di farle riconoscere da parte del Politecnico di Zurigo una laurea per il lavoro di ricerca oscuro, ma cruciale, effettuato in collaborazione con il marito. La leggendaria storia di Heisenberg e dei fisici di Farm Hall, sull’arresto, con altri nove fisici tedeschi da parte degli americani per capire a che punto era la realizzazione della bomba atomica da parte dei nazisti. L’alfabeto dell’Universo sempre sul consesso di questi grandi fisici, narrato anche nel romanzo Hotel Copenaghen (5).

Cosa ci riserva per il futuro questa vulcanica autrice (6)? Un nuovo libro dal titolo Ucciderò il Gatto di Schrodinger, sul celebre paradosso usato dal fisico per spiegare alcuni aspetti della fisica quantistica, che si svolge per 2/3 a Vienna e 1/3 a San Francisco sulle sue tracce accademiche. Anch’esso frutto delle incessanti ricerche effettuate negli archivi di tutte le università del mondo; un lavoro veramente mirabile. Uscirà il 15 settembre e sarà presentato in anteprima il 5 settembre a Cesena al Festival delle Parole e successivamente il 12 al Festival della Comunicazione di Camogli.

Per tutti i nutriti appuntamenti che la aspettano, seguite il suo sito QUI.

 

Per chi non l’avesse mai vista, per dirla con Swift, A modest proposal: seguitela non ve ne pentirete!

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto. Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più eleva...