15ott 2020
Flow(ers) di Francesco Dolfo
I papaveri islandesi

Avete mai sentito parlare di papaveri islandesi di carta? Ebbene, sono splendidi fiori in cartapesta normalmente usati come decoro, centrotavola o come cadeau romantico.

Oggetti apparentemente semplici ma pregni di significato che il fotografo friulano Francesco Dolfo ha immortalato in un progetto fotografico dal nome Flow(ers) durante il famigerato lockdown (1 - 2). C'è chi si è dedicato anima e corpo alla cucina, chi alla pittura, chi alla lettura o a quell'hobby dimenticato da tempo, Dolfo invece ha tradotto la forzata intimità casalinga in un'eloquente parafrasi floreale, un “semplice” fiore in qualcosa di prezioso e raro (3). Attraverso il suo "punta di vista" artistico in diverse sessioni notturne nello studio casalingo milanese, è stata messa in risalto l'essenza dei fiori dall'oscurità dello sfondo, complici le pennellate di luce: minimali, ma fondamentali per esaltare i colori vividi, le pieghe e la trama organica. Un intimo fermo immagine dell’unicità della vita di questi fiori (3 - 4). “Amo l'atmosfera sospesa nel tempo di queste immagini, la sensazione che i papaveri possano svanire da un momento all'altro e tornare alla dimensione intima dello sfondo, e il fatto che ciò che prevale alla fine è la volontà di emergere dalla penombra, per persistere e brillare” - commenta Francesco Dolfo.

Attraverso la rinomata galleria d’arte virtuale Saatchi art è possibile acquistare le opere in limited edition di 10 o 25 pezzi oppure le stampe in due differenti dimensioni (A4 o A3+). Considerando una piccola ulteriore spesa è possibile scegliere direttamente una cornice (nera, bianca o in legno naturale) per rendere l’acquisto completo e pronto per essere regalato (5).

 

Info e acquisti degli scatti:

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Eccoci scivolati anche un pò bruscamente nel fresco autunnale (1), quello che "chiama" il tepore di indumenti più pesanti o il fuoco acceso di un camino. Ritornano riti domestici come il cambio di stagione del guardaroba o la messa a dimora delle piante "non rustiche".  E poi c'è il food che come ogni fase dell'anno si veste di connotati diversi: l'uva sale alla ribalta, insieme al delizioso caco. E che dire dei funghi? Dai finferli, agli ovoli, ai porcini (2). Le castagne e le zucche per vellutate saporite e corroboranti (3). Se siete dei cultori dell'insalata, eb...