28dic 2019
Firenze - Vinicio Berti in mostra all’Hotel Londra
Fino al 31 gennaio 2020

Non solo grande bellezza del passato... Firenze è anche palcoscenico prezioso di arte moderna e contemporanea. Dall'ultima Biennale d'arte contemporanea, al Museo del Novecento, passando per le molte gallerie d'arte, tra Tornabuoni e Poggiali, per citarne solo alcune, non si può che constatare un connubio ormai consolidato tra la città simbolo per eccellenza del Rinascimento e l'arte contemporanea. Artisti di oggi di fama internazionale la cui narrazione trova voce in location anche inaspettate, come la rassegna dedicata a Vinicio Berti noto esponente dell’Astrattismo Classico Italiano esposta nel centralissimo Hotel Londra fino al 31 gennaio 2020. 22 tele del periodo più maturo del pittore, tutte caratterizzate da colori forti, tratti dirompenti e da una prepotente forza espressiva, si integrano, di più, dialogano magnificamente con il design contemporaneo dell’hotel (1 - 2 - 3 - 4). Un'opera quella del pittore fiorentino contraddistinta dalla volontà di guardare all’uomo, ai suoi drammi sociali così come alle sue scoperte scientifiche e alle conquiste spaziali. In particolare nei dipinti della serie “Guardare in alto”, vertiginose dinamiche ascensionali sembrano tradurre la continua ricerca di espansione, di crescita e di superamento.

 

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.00 e le opere possono essere acquistate. Ingresso Libero.

 

Hotel Londra 4*

Via Jacopo Da Diacceto 16-20 Firenze

 

Altre info:

Telefono : 055 27390

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto. Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più eleva...