06giu 2019
Firenze sempre più fluida con FOOO L’Orto
Allo Student Hotel un'idea per rinfrescare l'estate in città

Da oggi fino a settembre il cuore pulsante ma soprattutto green di Firenze sarà la grande corte dello The Student Hotel, ex sede delle Ferrovie dello Stato.

Sboccia infatti FOOO L’Orto, vera oasi verde dove sostare per una centrifuga di frutta fresca, un cocktail, uno spuntino o una cena sotto le stelle, scegliendo tra proposte gastronomiche di qualità dai richiami internazionali, con il coordinamento di FOOO - Florence Out Of Ordinary (1 - 2).  Concetti chiave alla base del grande progetto aperto alla città, la green way of life, l'attenzione alla sostenibilità, il riuso, la mobilità a impatto zero e la scelta di un futuro plastic free.

FOOO L’Orto integra per la stagione estiva la proposta di FOOO - Florence Out Of Ordinary, formula che racchiude al suo interno bistrot, pizzeria, cocktail bar, bike cafè, web radio, concept store e ristorante, che si sviluppano al piano terra del complesso recentemente ristrutturato. Alla programmazione culturale dello spazio estivo contribuirà anche FOOO on bike, officina, store e bike community. Per tutta la stagione estiva all’offerta enogastronomica di FOOO si aggiungeranno le specialità di alcune delle realtà d’eccellenza nel panorama fiorentino, pronte a “prendere casa” nella green court di viale Lavagnini. Dalla toscanità non scontata di Deli Dispensa del Podere, con i profumi dei salumi Dop e la ricotta a km zero, al fusion di Koto Ramen, qui in chiave Bun Bar, con soffici panini cotti al vapore farciti con prodotti italiani d’eccellenza, FOOO L’Orto è un melting pot del gusto dove sedersi con gli amici al termine della giornata o fare una pausa dal lavoro in un’atmosfera vacanziera. Magari gustando un “gelato contadino”, a cura di Sbrino, gelatificio artigianale che trova la sua forza nell’uso di latte crudo, frutta fresca e acqua delle Dolomiti (3 - 4 - 5 - 6 - 7). Una nota di merito anche alla pizza di Soul Mate Pizza & Mozzarella, nuova realtà appena insediatasi all’interno di FOOO, nella pink area che si affaccia su viale Strozzi. La cucina casalinga partenopea del ristorante Vico del Carmine, esperienza di successo in San Frediano, ha infatti trovato una seconda casa nel cuore di The Student Hotel, dove ogni giorno sforna pizze ad alta digeribilità, grazie a una lievitazione di ben 100 ore. 

A curare la parte beverage sarà sempre il team di Fooo, capitanato dallo “sceriffo” Luca Manni, bartender già noto e premiato per i drink proposti a La Ménagère. La cocktail list è pensata per abbracciare il lato green dell’orto urbano. "Proposte smart secondo la stagione a base di frutta e verdura come l'estratto fresco profumato al basilico all'ananas e spinacino" - racconta lo cheriffo della mixology (8). L’allestimento, a cura dello studio Q-bic, crea un luogo dove il verde è padrone, con vasche orto, attorno alle quali si sviluppa l’offerta food & beverage in chioschi di legno, sormontate da un cielo stellato di lampadine. Uno spazio internazionale, ma molto italiano per design, qualità e sensibilità: 700 metri quadri dove trovano spazio tavoli, sedute, postazione musica per suonare live.

Nell’orto urbano cresceranno piante aromatiche e ortaggi che riforniranno il ristorante Fooo, guidato dallo chef Fabio Barbaglini, che ne ha fatto fin da subito un avamposto della cucina naturale, attraverso un uso creativo ed eclettico in particolar modo della componente vegetale.

Il tema del vivere consapevole sarà sviluppato anche attraverso un’installazione visiva, a cura di Progetto Undici, lo studio grafico che ha accurato l’immagine coordinata complessiva: l’installazione gioca su quattro parole chiave - reduce, reuse, refill, recycle – che campeggeranno anche su altri elementi dell’allestimento.

 

In bici, in tramvia o a piedi non resta che tuffarsi nell'estate eco friendly dell'Hotel più contemporary di Firenze.

1

2

3

4

5

6

7

8

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di belle giornate, tempo di convivialità. Questo è il lusso "secondo me". Quel tempo, anche vuoto, da dedicare a se stessi, il dolce far niente, senza ansia, scadenze o stress. Per sognare, meditare, lasciare liberi i pensieri e, sopratutto per conversare con gli amici (1). Senza cerimonie, senza formalità o obblighi. Magari intorno a un tavolo (2 - Tognana: ciotole Zoe), all'aperto, a "chiacchiera" come dicono i toscani: a gustare asparagi freschi (3 - verdi, bianchi o violetti) o verdure come i sempre amati...