27nov 2019
Firenze - "Kryptonight": una festa per le arti
Termina il programma del Tenax theatre 2019

Domani giovedì 28 novembre alle ore 21 appuntamento al Tenax Theatre di Firenze dove artisti di svariate discipline, curatori, critici, galleristi, collezionisti e tante personalità provenienti dalle istituzioni pubbliche e dal mondo della formazione fiorentina e toscana insceneranno una vera e propria celebrazione per le arti. L'evento speciale dal titolo KRYPTONIGHT - ad ingresso libero - vedrà la partecipazione corale di:

Museo Novecento, Museo Marino Marini, Murate Art District, Centro Pecci, Lo schermo dell’arte, Fondazione Palazzo Strozzi, Accademia di Belle Arti di Firenze, Manifattura Tabacchi, Fondazione Fabbrica Europa/Parc, Collezione Gori/Fattoria di Celle, Arte in Fabbrica, Conservatorio "L. Cherubini", Centro Nazionale di Produzione Virgilio Sieni, Base/progetti per l’arte, DIDA, SRISA, ISIA, Galleria il Ponte, Premio Artisti per Frescobaldi.

Il dance floor del Tenax si trasformerà in una piazza notturna di incontro con un microfono aperto e dj set. Saranno proiettati su sei schermi contributi video e clip forniti dai partecipanti, oltre ad una selezione di opere video di allievi del biennio del’Accademia di Belle arti e video d’artista come Taupe (2017) di Zoè Gruni. Il centro si sposta in periferia e l’arte esce dai luoghi deputati per approdare in un luogo inusitato, secondo il progetto di Cauteruccio che con Tenax Theatre ha costituito un vero e proprio laboratorio dedicato ai linguaggi contemporanei della scena e dell’arte (1 - 2 - 3).

Il progetto TENAX THEATRE è prodotto da TS Krypton con il sostegno di Comune di Firenze, Città Metropolitana, Regione Toscana, Fondazione Cr Firenze, in collaborazione con Tenax, Accademia  di Belle Arti e Conservatorio Luigi Cherubini.

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto. Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più eleva...