29giu 2020
Firenze - Cinema in villa con vista mozzafiato
8 luglio - 8 agosto a Villa Bardini

Tutto pronto al Giardino Bardini (Costa San Giorgio, 2) per l'imminente rassegna cinematografica di grande spessore che prenderà il via ogni sera alle 21.15 dall’ 8 luglio all’ 8 agosto. Ben trenta film in una arena da 100 posti numerati allestita sulla Terrazza Belvedere con una vista mozzafiato su Firenze (1 - 2). L’iniziativa è promossa e organizzata dalla Fondazione CR Firenze e dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, in collaborazione con l’ Associazione culturale Musart e con il patrocinio del Comune di Firenze. L'hanno presentata stamani il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori, l'assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi, il Presidente di Musart Claudio Bertini. 

"Un'altra arena estiva" – ha sottolineato in conferenza stampa l’ assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi (3) - "in un luogo estremamente suggestivo, un nuovo spazio culturale che viene proposto alla città: in una Estate fiorentina purtroppo ridotta a causa della pandemia è davvero una bella notizia che fioriscano iniziative di questo tipo che offrono alternative culturali di qualità in completa sicurezza".

 

Il programma

La scelta dei film, a cura della Fondazione culturale Niels Stensen, cerca di offrire una vasta panoramica dei film più significativi della recente produzione raccolti per temi e tipologie di pubblico: il lunedì è un omaggio al buonumore senza tempo di Woody Allen, nell'anno della pubblicazione della sua autobiografia; il martedì è dedicato alla storia dell'arte; il mercoledì offre titoli tratti da testi letterari secondo una selezione realizzata in collaborazione con il festival ‘La città dei Lettori’ che si terrà proprio a Villa Bardini dal 27 al 30 agosto; la serata del venerdì è dedicata alle biografie, cioè a quei film che iniziano con la scritta ‘tratto da una storia vera’, che sia Marilyn Monroe, Maria Callas o Nureyev. Infine il sabato è dedicato ai grandi successi degli anni passati e la domenica è un omaggio all’ universo femminile. L’apertura, mercoledì 8 luglio è con ‘La La Land’, Premio Oscar 2016.

 

Giovedì in famiglia

Serata tutta speciale, quella del giovedì, dedicata alla famiglia. Un piccolo segnale di attenzione dopo questi mesi di lockdown. Per l'occasione le due Fondazioni si fanno carico del costo del biglietto e quella sera genitori e figli entrano gratuitamente. Si raccomanda di prenotare sul sito www.villabardini.it.  

 

Eventi speciali

Due gli eventi speciali: domenica 12 luglio Ginevra Elkann, in veste di regista, presenta ‘Magari’, la sua opera prima ispirata alla storia della sua famiglia e mercoledì 22 viene proiettato ‘Haiku on a Plum Tree’, la storia della famiglia Maraini raccontata a cominciare dalla prigionia di Fosco Maraini, rinchiuso in Giappone assieme alla moglie e alle sue tre figlie, dopo essersi rifiutato di firmare l'adesione alla Repubblica di Salò. E’ un viaggio della memoria pensato e realizzato dalla nipote del grande antropologo che firma la regia.

 

Grande attenzione è riposta alle misure di sicurezza anti Covid. I posti, numerati, sono assegnati al momento dell’acquisto e le sedute rispettano il distanziamento interpersonale, con la possibilità di sedere accanto per i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi. Info-line telefonica al numero 393 8570925, tutte le sere dalle ore 18 alle 22. Chi viene in auto può parcheggiare gratuitamente al parcheggio del Forte di Belvedere. 

 

Cinema in Villa

Dall’8 luglio all’8 agosto – ore 21,15

Villa Bardini - Costa San Giorgio, 2 -  www.villabardini.it

Biglietti

Ingresso 5 euro

Giovedì in famiglia

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria su www.villabardini.it

Prevendita

Tutte le sere, escluso il giovedì, su www.musartfestival.it

Informazioni

Tel. 393 8570925 (orario 18/22) - www.villabardini.it

 

Il programma

Serata inaugurale

8/7 - La La Land di Damien Chazelle

 

#lunedì omaggio a Woody Allen

13/7 - Hannah e le sue sorelle di Woody Allen

20/7 - Blue Jasmine di Woody Allen

27/7 - Midnight in Paris di Woody Allen

3/8 - Match Point di Woody Allen  

 

#martedì l'arte al cinema

14/7 - Caravaggio - L'anima e il sangue di Jesus Garces Lambert

21/7 - Frida - Viva la Vida di Gianni Troilo

28/7 - Klimt e Schiele Eros e Psiche di Michele Mally

4/8 - Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità di Julian Schnabel

 

#mercoledì letterari (in collaborazione con La città dei lettori)

15/7 - La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi

22/7 Haiku on a plum tree di Mujah Maraini-Melhi

29/7 - La versione di Barney di Richard J. Lewis

5/8 - Il capitale umano di Paolo Virzì

 

#giovedì in famiglia

9/7 - Principessa Mononoke di Hayao Miyazaki

16/7 - Mia e il leone bianco di Gilles De Maistre

23/7 - Il GGG - Il grande gigante gentile di Steven Spielberg

30/7 - La volpe e la bambina di Luc Jacquet

6/8 - Le vacanze del piccolo Nicholas di Laurent Tirard

 

#venerdì le grandi biografie

10/7 - Maria by Callas di Tom Volf

17/7 – Marylin di Simon Curtis

24/7 - Copia originale di Marielle Heller

31/7 - Lou Von Salomè di Cordula Kablitz-Post

7/8 - Nureyev - The White Crow di Ralph Fiennes

 

#sabato i grandi successi

11/7 - Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino

18/7 - Come un gatto in Tangenziale di Roberto Milani

25/7 - La forma dell'acqua di Guillermo del Toro

1/8 - Assassinio sull'Orient Express di Kenneth Branagh

8/8 - Green Book di Peter Farrelly

 

#domenica il sorprendente femminile

12/7 - Magari di Ginevra Elkann - alla presenza della regista

19/7 - Lady Macbeth di William Oldroyd

26/7 - Carol di Todd Haynes

2/8 - Elle di Paul Verhoeven

 

1

2

3

Photo Credits

Photo 1 : gianfranco gori
Photo 3 : gianfranco gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Finalmente ci siamo! L'agognata libertà (ma sempre con il rispetto delle dovute regole di distanziamento sociale) è arrivata! (1 - 2 - 3)Un periodo buio, inaspettato, sofferto e sopratutto di grandi cambiamenti per cui molte porte si apriranno e altre si chiuderanno per sempre. Ci guardiamo indietro e ci sembra di aver attraversato un sogno con i contorni quasi di un incubo dove alcuni di noi, da ora in poi, rimetteranno in discussione la propria vita e se stessi.Ecco... ora è lecito chiedersi cosa ci rimane del lungo...