06lug 2019
Firenze - “A CENA CON…”
Uno spettacolo per fare del bene

Il cuore grande dei cugini d'oltralpe protagonista in un evento nella splendida e fresca cornice del Parco delle Cascine. Domenica 7 luglio, presso l'Istituto di Scienze Militari Aeronautiche di Firenze, infatti, va in scena “A cena con…”, appuntamento a scopo benefico di inizio estate organizzato dal Consolato del Principato di Monaco a Firenze, nella persona del Console dott. Alessandro Giusti (1 - Primo da Dx). Molti gli ospiti importanti tra cui il Prof. Paolo Galluzzi, Direttore Museo Galileo di Firenze e Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci. Intervistato dalla dott.ssa Chiara Squaglia, presentatrice della serata, il Prof. Galluzzi racconterà aneddoti particolari sulla vita e sulle opere di “Leonardo” in occasione di questo importante anniversario.

Da Monaco interverranno i Delegati dalla Direction du Tourisme et des Congrès del Principato di Monaco, Delegati dalla Mairie de Monaco e dott. Giuseppe Spinetta, membro del Consiglio Direttivo della Associazione Imprenditori Italiani di Monaco (AIIM).

Durante la cena si esibiranno la cantante Virginia Nuti accompagnata alla chitarra da Luigi Gagliardi ed il “Trio Le Signorine”. Seguiranno le danze con alcune coppie di studenti/ballerini dal “The Dance of Dreams” del Convitto Nazionale Cicognini di Prato. La serata proseguirà con live music e dj-set di Stefano Busà, cantante del pianobar della Capannina di Forte dei Marmi.

 

L’evento (2) è organizzato in collaborazione con ENIC MEETINGS & EVENTS e l’operazione è gestita nell’ambito della associazione “Amici della Destinazione del Principato di Monaco”, fondata da tutti i Consoli del Principato di Monaco in Italia, che valuterà a quale ente destinare il residuo attivo ricavato dalla serata, verosimilmente ad un'importante istituzione fiorentina.

 

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...