25lug 2019
Estate, tempo di yogurt. "Yogurtista", il libro che insegna come farlo
I consigli dell'influencer Virginia Repetto

A colazione, come spezza fame o come ingrediente per un piatto gourmet lo yogurt è certamente uno degli alimenti più gradevoli e graditi.

Piace a grandi e piccini, nella sua infinita semplicità. E fatta eccezione per chi ha gravi intolleranze al lattosio (ma può essere anche free from), è “un ingrediente dalle mille risorse”. Lo racconta bene la food writer e blogger Virginia Repetto (zuccheroezenzero.com) che con l’editore Nomos ha da poco pubblicato il bellissimo ricettario illustratoYogurtista”.

Diciamolo subito… un vero manuale di yogurt mancava. Dopo i tanti veg, senza glutine e dintorni, un monografico su questo cibo della tradizione la cui genesi si perde nella notte dei tempi, è un’idea vincente. Di più… la Repetto va oltre e introduce l’autoproduzione: alla base di questa soffice crema immacolata, infatti, c’è un procedimento alla portata di tutti. Ma prima di parlare di contenuti, un plauso alle bellissime foto sempre della giovane influencer. Invitanti e sopratutto degne di una fotografa professionista come è la Repetto. Anche la grafica è originale: il rosa, il bianco, il verde salvia, il lilla... "definiscono" cromaticamente i vari capitoli. Una palette che racconta la dolcezza, la familiarità e la bellezza di questo alimento così cosy e ne anticipa l'amabilità certa al palato. Ecco quindi le varie sezioni dalle ricette di base, da quelle rapide per la prima colazione e la merenda, a quelle salate, ai dolci. Lo sapevate per esempio che lo yogurt è perfetto al posto del burro, della maionese o del formaggio spalmabile? Un vero passe-partout per rimpiazzare diversi ingredienti tradizionali ad alto contenuto di grassi. Di più... con latte scremato, senza lattosio, di capra e con la soia. 

Sfogliando le oltre 100 pagine, le suggestioni mettono l'acquolina in bocca solo a guardarle: c'è il Labneh e i suoi tartufini, da provare sia spalmato sul pane, sia impanato nella granella di pistacchio. Crea dipendenza. E poi il Risotto con piselli e spinacino dove lo yogurt si utilizza a fine cottura per mantecare. La sua nota acidula contrasta con la dolcezza dei piselli. Ancora... la Focaccia alle erbe, istantanea e a base di yogurt, ottima quando la domenica siamo rimasti senza pane. Lo stomaco langue dopo molte ore davanti al pc? Una yogurt bowl (ciotola di yogurt arricchita di alcuni ingredienti) mette d'accordo tutti.

Un libro che ci ha convinto, senza se e senza ma. A tal punto che la domanda sorge spontanea... quando i nostri mariti, compagni o amici capiranno che è questo il regalo che tutte vorremmo? Passate parola.

 

Yogurtista

Virginia Repetto 

Nomos Editore

Pp: 112

Prezzo: 19,90 euro

 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Pioggia, nebbia, freddo, neve. L'inverno, finalmente (1). Almeno dal punto di vista meteorologico perché mentre vi scrivo in realtà siamo ancora nella fase di passaggio autunnale. L'inverno, ufficialmente inizia il 21 dicembre. Ma il tepore casalingo, il clima uggioso e umido, le giornate più corte e sopratutto il Natale che incalza inesorabilmente mi fa venir voglia di cotture lente come il brasato o un sugo che crogioli a lungo. E ancora polenta (2), risotto magari con zucca e castagne (3), zuppe corroboranti (4). E le verdure? In Lombardia andiamo pazzi per la verza (5). In Toscana, dov...