05lug 2019
Estate 2019 - Il mare è "rosa" secondo i dati di Sailsquare
Le donne scelgono la vela

Sono sempre di più le donne che scelgono una vacanza in barca a vela (1). Anche da sole. Ce lo dice Sailsquare - il più grande marketplace al mondo per chi preferisce il "buon vento" in mare: il 52% nel 2018 e il 53,7% per l’estate 2019 – dati di luglio - mentre sono in continua crescita (54%) le viaggiatrici in solitario.

Si ribalta quindi l’immagine "comune" che decreta l'uomo come velista per eccellenza durante la pausa estiva: solo nel 2018 le donne che sono partite per le ferie in barca a vela con Sailsquare (2), sono il 52% del totale (oltre 9000) con un’età compresa tra i 25 e i 44 anni. Previsioni confermate a ridosso dell’estate 2019: ad oggi – mese di luglio - il 53,7% delle prenotazioni effettuate sono “rosa”!

“Questo avviene perché le donne non solo sono più propense ad adattarsi e a buttarsi in nuove esperienze (un trend che, negli anni, ha fatto il successo delle attività legate a “Donna Avventura” per esempio), ma anche perché assegnano a questo tipo di vacanza un valore esperienziale diverso, più profondo, che rispetti sì il trend dell’adventure travel ma che, al contempo, sia l’occasione per rimanere più in profondità con loro stesse” ha commentato Riccardo Boatti, CEO di Sailsquare.

Un viaggio in solitaria è un modo per ritrovare sé stesse, per rimettersi in gioco e per aprirsi al mondo e, se le destinazioni esotiche sono quelle che raccolgono il maggiore interesse da parte del pubblico femminile – il 70% sceglie le Seychelles –, a seguire si posizionano le isole mediterranee, in primis le Eolie (60%) e le Cicladi (58%) e, subito dopo, la Spagna.

Ma cosa cercano le donne da un’esperienza in barca a vela (3)?

“La scelta della meta dipende dall’esigenza della viaggiatrice: se le single o le più giovani cercano la vacanza – divertimento e prediligono le flottiglie o le barche di gruppo, il 65% delle donne amano il comfort di un’esperienza in catamarano o in barche più confortevoli” - ha concluso Riccardo Boatti.

Senza dimenticare la componente naturalistica e relax. Non solo timone, infatti, ma anche attività come il trekking, lo yoga o il diving.

 

Informazioni e prenotazioni: 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...