11nov 2020
Covid 19 - Alimentazione, obesità e intestino "infelice"
Parla d'ordine "reagire" per stare in salute

Il 44% degli italiani ha superato e non di poco il peso forma (1). Lo afferma Coldiretti che secondo un'analisi su dati Crea, il Centro di ricerca alimenti e nutrizione, nuove realtà generate dalla Pandemia come lo smart working (2), le restrizioni imposte dal lockdown (3), la riduzione dell’attività sportiva e la tendenza a cucinare di più hanno inevitabilmente fatto perdere a molti il proprio punto vita. Ancora... ben il 53% si è allontanato dallo sport, tra divano, tavola e computer. Insomma, un trend che non porta nulla di buono, sopratutto per i più piccini se non correttamente "monitorati" e istruiti. Per fortuna, al fine di contrastare questa piaga in crescita, Coldiretti è fortemente impegnata nel progetto “Educazione alla Campagna Amica” che coinvolge alunni delle scuole elementari e medie in tutta Italia , formandoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti. 

Ma non è tutto...

Una buona nutrizione è fondamentale per un intestino in salute: è poco noto, infatti, che il network di organismi che vive nel nostro intestino, condiziona attivamente molte delle funzioni del nostro corpo ed influisce sulla nostro benessere in generale. 

Un recente studio pubblicato su Immunity evidenzia, ad esempio, il possibile impatto del microbiota intestinale (4), cioè dall’insieme di batteri, miceti e virus che colonizzano il nostro intestino, sull’efficacia della risposta al vaccino antinfluenzale. Non solo: un microbiota alterato può avere un ruolo importante nell’insorgenza e nella progressione di una serie di patologie dismetaboliche quali obesità, diabete, disturbi cardiovascolari, ma anche in patologie neurodegenerative associate all’invecchiamento in salute, e a diverse malattie autoimmuni, che sono purtroppo in forte crescita, soprattutto nei Paesi industrializzati.

 

Ecco Alcuni semplici consigli da seguire per aiutare il nostro equilibrio intestinale:

Bere molta acqua, almeno 1,5 litri al giorno, in modo tale che il nostro organismo abbia il gusto apporto di liquidi (5).

•Mantenere una routine, fissando i pasti a degli orari fissi e regolari.

•Seguire una dieta varia ed equilibrata, ricca di fibre e di antiossidanti e di alimenti fermentati.

Limitare o ridurre i cosiddetti FODMAP, carboidrati a catena corta presenti in molti alimenti e associati a diversi disturbi intestinali.

Masticare lentamente, favorendo in questo modo una buona digestione.

 

Un valido aiuto per ristabilire l’equilibrio intestinale sono i probiotici: batteri vivi e attivi, ad azione benefica che, se assunti nella giusta quantità, sono in grado riequilibrare una microflora alterata. Meglio ancora se i probiotici sono multigenere e multispecie e sono e presenti in diversi miliardi. Utile, per esempio, la linea di integratori alimentari (6) YOVIS probiotici multiceppo, multispecie e multigenere (altre info QUI), che contiene miliardi di fermenti per aiutare a ripristinare l’equilibrio della microflora batterica, con una varietà di referenze che possono essere scelte in base alle proprie preferenze e allo stile di vita.

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che colore sei? Anche se l'autunno vira su cromie come il marrone, l'arancione o il verde scuro, la Redazione ha votato all'unanimità per il rosa (1). Sì, proprio lui, emblema del romanticismo, della dolcezza, della femminilità, dello slow living. Ma il rosa è anche la tinta principe di quel nettare di Bacco particolarmente glamour e amato (non solo dalle donne) per il suo coté spesso fresco e fruttato, perfetto per accompagnare pietanze light come il pesce o come aperitiv...