23mar 2020
Coronavirus - Toscana: Distilleria Deta
5mila euro all’Ospedale di Campostaggia in Val d'Elsa

Il cuore delle piccole e medie imprese non è mai stato così grande. Ancora gesti generosi e donazioni a favore del comparto sanitario che, da nord a sud, sta facendo i miracoli per curare i malati di Coronavirus. In Toscana, l'ultima elargizione arriva dal mondo dei distillati. Distilleria Deta (1), infatti, storica azienda di Barberino Tavarnelle (2 - 3), ha appena devoluto 5mila euro per l’acquisto di beni e macchinari necessari a far fronte all’emergenza del virus. A beneficiarne, il Reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Campostaggia di Poggibonsi

“Il nostro ringraziamento più sentito" – ha sottolineato Andrea Grilli, amministratore delegato della Distilleria Deta – "va al personale medico, infermieristico, sanitario e volontario che sta facendo uno sforzo straordinario per affrontare questa grave urgenza”.

“Con questo spirito" – ha proseguito Grilli - "abbiamo pensato all’Ospedale di Campostaggia. Il nostro gesto, è prima di tutto un segnale di vicinanza e di sostegno alla comunità e a tutto il nostro territorio. Questa battaglia si vince tutti insieme, ognuno è importante e siamo convinti che uniti e rispettando le regole supereremo questo momento difficile e ripartiremo insieme più forti di prima”.    

 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza... Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2). In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e ...