18mar 2020
Coronavirus - Toscana: "DigiToscana MediaLibraryOnLine"
La biblioteca in rete per sfogliare i libri da casa

Mai come in questo particolare frangente storico, la lettura fu più "salvifica". Leggere è svago, divertimento, riflessione, viaggio lontano, relax. Ci sono i libri che si dimenticano e quelli che ci rimangono dentro per sempre. Quelli che leggiamo in un'ora e altri che "godiamo" un pò alla volta, che lasciamo a metà e poi riprendiamo con maggior slancio e passione.

Ecco... proprio ai libri Sdiaf insieme alla Regione Toscana ha pensato, dando vita a un'iniziativa intelligente per far fronte ai limiti imposti dal Coronavirus. Chiuse le biblioteche cittadine (1) per le misure di contenimento, il Sistema documentario integrato dell’area fiorentina mette a disposizione degli iscritti un portale con funzioni di vera e propria biblioteca digitale, consentendo di accedere via internet, da qualunque luogo e gratuitamente, a quotidiani, riviste, e-book, musica, banche dati, film, immagini, audiolibri, corsi a distanza e così via (2). Il bel progetto si chiama DigiToscana MediaLibraryOnLine e offre non solo risorse in consultazione, ma gestisce anche il servizio di prestito digitale.

I contenuti sono accessibili in streaming o in download: nel primo caso le risorse sono visualizzabili online dallo schermo del computer o del dispositivo mobile, nel secondo si possono scaricare sul proprio pc o sul dispositivo mobile (3).

“Un piccolo contributo" - sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi - "per rendere meno difficile questo momento di forzata permanenza a casa e per far conoscere un po’ meglio la ricchezza dei contenuti delle nostre biblioteche civiche”.

Tra le risorse di maggior interesse c’è l’"edicola" con quotidiani e riviste italiane e straniere; ci sono poi oltre 300mila ebook open da scaricare liberamente, quasi 37.000 ebook da prendere in prestito tra i quali molte novità editoriali e poi audiolibri, musica, immagini, spartiti musicali e corsi online.

Per accedere ai contenuti occorre essere iscritti a una biblioteca comunale di una delle Reti documentarie toscane, richiedere l’account e fornire un indirizzo di posta elettronica valido.

Si riceverà una mail contenente le credenziali di accesso (username e password) e un link per effettuare il primo accesso.

Dopo aver attivato così l’account, per gli accessi successivi sarà sufficiente collegarsi e inserire le proprie credenziali QUI.

 

Info e tutorial:

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza... Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2). In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e ...