21mar 2020
Coronavirus - Piemonte: 300 Robiole di Roccaverano DOP in donazione

Ancora piccole grandi azioni esemplari da parte di realtà imprenditoriali che, da nord a sud, donano chi in denaro, chi in prodotto a vari istituti sanitari impegnati nella lotta estenuante al Coronavirus. Così anche il Consorzio di Tutela della Robiola di Roccaverano DOP (1 - 2) ha offerto 300 Robiole all’Ospedale “Mons. Galliano” di Acqui Terme (Al) e alle case di riposo del territorio. L’unità ospedaliera con il suo personale è in prima linea per contrastare l’avanzata del Coronavirus/Covid-19

In questo frangente storico che ha stravolto le nostre abitudini, qualsiasi gesto di cuore può fare la differenza. Le Robiole di Roccaverano DOP vengono prodotte da realtà agricole di dimensioni contenute, da famiglie: 300 forme che, per le donne e gli uomini del Consorzio, rappresentano un abbraccio alla loro terra e un sospiro di speranza.

“È un gesto che mostra quanto il nostro territorio sia al fianco dell'ospedale di riferimento. Sono convinto che da questa dura prova usciremo più forti di prima. La solidarietà messa in campo rappresenta un’autentica ventata di speranza in questo momento difficile per tutti”. Queste le parole del primo cittadino di Acqui Terme Lorenzo Lucchini.

Il mondo della Robiola di Roccaverano DOP è al fianco del personale sanitario di tutti gli ospedali del nostro paese e ringrazia profondamente tutti coloro che stanno lavorando per garantirci un futuro.

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza... Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2). In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e ...