22mar 2020
Coronavirus - Modalità "attesa"

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza...

Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2).

In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e altri natanti (tante le foto che ricorrono su instagram, scattate dai balconi) (3 - 4). E poi la Sardegna con i suoi delfini che danzano indisturbati nei porti (5) o i cinghiali che vagano tranquilli nelle strade vuote di Fabriano (AN). Innegabile che ovunque l'aria sia più pura e il canto degli uccelli più udibile e incisivo (5), anche nelle grandi metropoli come Parigi o Roma.

Certo, il "risveglio" post Coronavirus non sarà per nulla facile: per molti una ripresa tutta in salita con evidenti perdite economiche per salvare il salvabile. Ma come diceva Einstein la crisi può essere una vera benedizione. "La creatività nasce dall'angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che nasce l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato... Il più grande difetto delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel trovare soluzioni. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono meriti. È nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora; senza crisi qualsiasi vento diventa una brezza leggera".

E comunque questo triste "stallo" storico sia di monito: gli scienziati - e non da ieri - lo conclamano fino allo stremo: "non c'è più tempo per salvare il pianeta e quindi salvarci da noi stessi".

Teniamolo a mente quando la vita riprenderà il suo corso.

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Finalmente ci siamo! L'agognata libertà (ma sempre con il rispetto delle dovute regole di distanziamento sociale) è arrivata! (1 - 2 - 3)Un periodo buio, inaspettato, sofferto e sopratutto di grandi cambiamenti per cui molte porte si apriranno e altre si chiuderanno per sempre. Ci guardiamo indietro e ci sembra di aver attraversato un sogno con i contorni quasi di un incubo dove alcuni di noi, da ora in poi, rimetteranno in discussione la propria vita e se stessi.Ecco... ora è lecito chiedersi cosa ci rimane del lungo...