07ott 2019
Chianti - Le 60 candeline della Fattoria di Luiano
Una festa per il palato e non solo...

60 anni e non sentirli. La Fattoria di Luiano della famiglia Palombo, nel nord del Chianti Classico, ha recentemente festeggiato un compleanno molto speciale, fatto di ben 60 candeline di Bacco. 60 vendemmie (1 - Nella foto Felicia Palombo e l'enocane di famiglia) che raccontano l'intuizione e la capacità di tradurre idee e sogni in realtà tangibili che piacciono al palato (2). L'occasione una sorta di fun fair, un pò circo anni trenta, un pò sagra vintage (3 - 4), nel grande cortile dell'azienda vitivinicola dove, per una sera, è andato in scena un ricco spettacolo di condivisione per far degustare i propri vini "di buon senso" (5) come ama chiamarli la proprietà stessa.

Oggi la maison con Alessandro e Felicia Palombo alla 3° generazione ha una capacità produttiva di 150.000 bottiglie per le quali viene eseguita internamente tutta la filiera produttiva: cantine a temperatura controllata per la fermentazione, antiche cantine sotterranee per l'invecchiamento, area stoccaggio e linea di imbottigliamento. La base produttiva costituita prevalentemente da Sangiovese ma anche Merlot, Cabernet Sauvignon, Alicante Bouchet e Colorino Toscano porta vini di gran classe, per gusti e occasioni diversi. Ma torniamo alla serata all'insegna del wine entertainment dove tra maghi, trampolieri, bolle, magie, risate e giochi come la ruota della fortuna, si sono assaporate le varie etichette dell'azienda, tutte abbinate a un vasto ventaglio di piatti e leccornie. Così le polpette di pane e peposo, gli spiedini di uva e salsiccia, ma anche il gelato servito dall'Ape, il cioccolato, il Gin Tonic di Peter in Florence, l’ammazza e il caffè con il Labaro viola... ognuno a celebrare un rosso Luiano durante e dopo gli assaggi di Bacco (5). Da "Lui", il gentiluomo di campagna, Super Tuscan elegante e profondamente fruttato (I.G.T Rosso Toscana: 33% Cabernet sauvignon, 33% Merlot, 33% Colorino), invecchiato per 2 anni in barrique di rovere francese e poi in bottiglia per sei mesi. E che dire del magnifico "Ottantuno", cru aziendale (6) di gran carattere e personalità? Ampio e armonico, conquista per le sue note aromatiche di frutta. Il Sangiovese (85%) viene completato dal Merlot (15%) e invecchiato per 24 mesi in barrique di rovere francese. E poi venne lei, la signora per eccellenza, bellissima e stilosa, la "Riserva Chianti Classico Luiano" (uvaggio Sangiovese 100%), tonda e vellutata. Sorseggiare il suo nettare è far propria una storia affascinante d'altri tempi... 

E un unicum magico e irripetibile, l'inatteso "Luiano Chianti Classico", esplosione di frutti rossi maturi. E' classe, è una danza di profumi lenti, è un viaggio che non si dimentica. La prevalenza di Sangiovese (90%) è arricchita da Cabernet Sauvignon e Merlot.

Se l'intento era emozionare, la cantina chiantigiana ci è riuscita appieno con del sano (e insolito) divertissement certo, ma sopratutto con i suoi vini simbolo (7) di una storia da ascoltare, di un'identità da cogliere e di un territorio da riconoscere.

 

1

2

3

4

5

6

7

8

Photo Credits

Photo 1 : gianfranco gori
Photo 2 : gianfranco gori
Photo 3 : gianfranco gori
Photo 4 : gianfranco gori
Photo 5 : gianfranco gori
Photo 6 : gianfranco gori
Photo 7 : gianfranco gori
Photo 8 : gianfranco gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Lasciata la stagione più cada dell'anno, per noi della Redazione ne inizia un'altra ugualmente "bollente". Sì perché con l'autunno (1) ritornano i molti Saloni del settore food come Host (2) per il mondo Ho.Re.Ca a Milano (dal 18 al 22 Ottobre 2019), dell'interior design come Cersaie a Bologna (3) e del fashion (abbiamo appena concluso l'esperienza profumatissima di Pitti Fragranze a Firenze